IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Fontesecco, c’è vita fra erbacce e buche fotogallery

Sono cresciuti addirittura gli alberi sotto alla tettoia dell’ex distributore Erg, così come sotto al Ponte Belvedere.

Benvenuti in via Fontesecco, dove a farla da padrone sono buche, vegetazione incolta, asfalto dissestato in diversi punti, sampietrini buttati all’angolo della strada e marciapiedi inondati di guano.

Ed è un gran peccato, visto che il cuore di questa strada sta tornando a pulsare.

Via Fontesecco
Via Fontesecco
Via Fontesecco

Alla famiglia Tomassi che nel 2011 ha aperto con coraggio il primo bed and breakfast del centro storico post sisma proprio qui – si chiama il Chiassetto, in onore al Chiassetto degli Ortolani, piccola traversa di via Fontesecco – si sono aggiunte, da alcuni mesi, venti famiglie tornate al civico 29, il palazzone che fa angolo con via XX Settembre. E ora anche altre attività commerciali stanno seguendo l’esempio del b&b: venerdì 16, ci sarà l’inaugurazione di Spazio Rimediato, che promette di essere luogo di incontro e ritrovo di giovani amanti della cultura, arte e musica. Nelle vicinanze aprirà anche una agenzia assicurativa e al numero 27 ha già aperto una Galleria d’Arte intitolata a Teofilo Patini.

Via Fontesecco
Via Fontesecco

A farmi strada fra le buche e le erbacce è proprio il titolare della Galleria, Gaetano Michetti, il “fotografo più antico dell’Aquila” come ama definirsi, fresco di premiazione a Pescasseroli dove ha ricevuto il riconoscimento”Arte, cultura e solidarietà”. Oltre 50 anni di attività e un amore per la città che “ha del romantico, altrimenti non avrei riaperto qui”, dice.

Davanti alla sua Galleria, il marciapiede è pulito: “ho dovuto farlo io, almeno qui davanti, per decoro” dice. “Abbiamo chiesto più volte al Comune e ASM di venire a pulire la zona e di sistemarla: ma qui non si vede nessuno e dobbiamo darci da fare noi”.

Via Fontesecco

Stessa storia per le buche: “pochi giorni fa”, racconta Michetti, “un’auto che faceva manovra è rimasta incastrata nella buca e ci ha rimesso l’asse”.

Via Fontesecco
Via Fontesecco

Testimonianze queste, di un’area lasciata a lungo nel degrado, dove reti arancioni transennano aree pericolose: ma i picchetti sono a terra e fra un palo della luce in legno e la vegetazione rigogliosa spunta pure una minidiscarica abusiva con tanto di pneumatici.

Via Fontesecco

Il record di incuria e inciviltà però spetta a chi ha lasciato, ormai anni fa, una edicola sotto al Ponte: qualcosa che definire rifiuto ingombrante è poco.

Via Fontesecco

Sotto al Ponte Belvedere dimorano piccioni e cornacchie e l’area sottostante è inondata di guano ed escrementi.

Via Fontesecco
Via Fontesecco

Il tutto condito da buche, sampietrini, asfalto buttato a terra alla bene e meglio e transenne mobili.

Via Fontesecco
Via Fontesecco

 

Uno spettacolo desolante, soprattutto perché cozza con la ricostruzione che sta restituendo un po’ alla volta bellissimi palazzi a questo angolo di città.