IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Un pianoforte per L’Aquila

 

Venerdì 2 settembre, alle ore 19.30, presso l’Auditorium del Conservatorio “Alfredo Casella” dell’Aquila, si terrà la cerimonia di consegna di un pianoforte a coda, acquistato per l’Istituzione aquilana grazie alle generose donazioni raccolte con l’iniziativa di crowdfunding “Un pianoforte per l’Aquila ”, promossa dal progetto dei tre pianoforti di Mirko Signorile, Giovanni Guidi e Claudio Filippini e lanciata dall’Associazione I-Jazz unitamente a MIDJ Musicisti italiani di Jazz e Casa del Jazz. L’evento si inserisce nella cornice della manifestazione “Il Jazz Italiano per l’Aquila”, nata originariamente sulla scia del successo riscosso dall’eventi dell’anno passato ed estesasi, a seguito dei tragici avvenimenti che hanno coinvolto i comuni di Amatrice, Accumoli, Arquata e Pescara del Tronto, all’intero territorio italiano, unito simbolicamente in una vasta operazione di solidarietà dal nome “Il Jazz Italiano per Amatrice e per gli altri territori colpiti dal sisma”.

Come si legge in una nota del Festival: «Nella giornata di venerdì 2 settembre, il comitato organizzatore (Midj, I-Jazz e Casa del Jazz con la direzione artistica di Paolo Fresu) conferma nella città dell’Aquila i convegni già previsti: “Jazz, Turismo, Sostenibilità. I festival di jazz: una risorsa per la valorizzazione di ambiente e territorio e per un turismo sostenibile” (Palazzo Fibbioni, ore 15); e “Arte, Cultura, Pensiero sociale e politico” (Auditorium del Parco, ore 17.30)».

Sarà in occasione della convergenza di questi convegni in città che avverrà presso l’Auditorium Shigeru Ban la Cerimonia di consegna del pianoforte al Conservatorio Casella acquistato con i fondi del crowdfunding e personalizzato col nome dei donatori. A coronare l’evento sarà l’esibizione allo strumento di Mirko Signorile e di tre studenti di pianoforte jazz del Casella: Alessandro Bernabei, Alberto Bianchi e Mattia Parissi.