IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Perdonanza: ecco Dame e Giovin Signore fotogallery

Due giovani studenti ed una dipendente del Gran Sasso Science Institute: saranno loro i protagonisti del Corteo Storico della Perdonanza edizione 2016.

Sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamattina a Palazzo Fibbioni. Ecco chi sono.

La Dama della Bolla è Eleonora Ciocca, 30 anni: è laureata in Giurisprudenza ed è una dipendente del Gssi – il Gran Sasso Science Institute. “Sono felice di prendere parte a questa manifestazione che richiama ogni anno una partecipazione attiva da parte di tutta la cittadinanza”: queste le sue prime parole da Dama.

dama della bolla, eleonora ciocca, perdonananza 2016

Ferdinando Carluccio è il Giovin Signore: 19 anni , è uno studente di Economia e Commercio nato ad Avezzano ma residente all Aquila. Si dice “onorato di portare questo vestito: a sette anni del terremoto anche la mentalità e la storia vanno ricostruite.”

ferdinando carluccio, giovin signore perdonanza 2016
dama della bolla 2016

Francesca Pancella è la Dama della Croce: 22 anni, aquilana, studentessa di Ingegneria. Fin da quando era piccola sfilava nel Corteo della Perdonanza fra i figuranti: quest’anno lo farà da protagonista, vestendo l’abito della Dama della Croce.

Dama della croce perdonanza 2016
dama delle croce e dama della bolla perdonanza 2016

Visibilmente emozionato il sindaco Massimo Cialente: “Quest’anno i ragazzi simboleggiano la formazione e l’alta formazione della nostra città. I ragazzi sono studenti dell’ateneo aquilano e la Dama della Bolla è una dipendente del Gssi, istituto che abbiamo fortemente voluto in città. Le Dame e il Giovin Signore rappresentano la città è con loro vogliamo mandare un messaggio.”
Alfredo Moroni, coordinatore del Comitato Perdonanza, ha aggiunto: “Abbiamo preziosi collaboratori che lavorano dietro le quinte. Voglio ringraziare Giovanna di Matteo per i costumi e Pietro Piccirilli che rappresenta anche il nono reggimento alpini.”
Il corteo storico di domenica 28 è diviso in due tronconi. Il primo, con la Bolla del Perdono, partirà alle ore 16 da palazzo Fibbioni; il secondo dalla Villa Comunale. Si incontreranno sul prato di Collemaggio e arriveranno in tempi diversi. Una esigenza resasi necessaria per smaltire l’affluenza e permettere un passaggio regolare vista la presenza dei cantieri della ricostruzione.L’altra novità è l’apertura parziale della Basilica di Collemaggio.
(Eleonora Falci, Francesca Marchi)