IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il Fuoco del Morrone e l’inizio delle celebrazioni

Al via la 37^ edizione del Fuoco del Morrone – Cammino del Perdono, la staffetta che da Sulmona all’Aquila porta la fiaccola della pace, organizzata come ogni  anno dal Movimento Celestiniano dell’Aquila, nell’ambito della Perdonanza Celestiniana. La fiaccola, appunto, simbolo di pace e fratellanza tornerà a percorrere le tappe principali del Cammino che Celestino V effettuo’ per giungere all’Aquila nel giorno della sua incoronazione. La fiaccola partirà il 16 agosto prossimo dall’Eremo di Sant’Onofrio a Sulmona dove si terrà la cerimonia religiosa con l’accensione del fuoco nella grotta che ospitò il Santo per approdare, il 23 agosto, all’Aquila dove accenderà il tripode della Pace per dare il via alla 722^ Perdonanza Celestiniana.

Con il  del Fuoco del Morrone – Cammino del Perdono si da anche inizio alle celebrazioni della annuale Perdonanza Celestiniana perché questa fiaccola, che ancora una volta attraverserà la Valle Peligna, la Valle Subequana e quella aquilana, vuole ricordare la venuta all’Aquila nel 1294 dell’Eremita del Morrone.

Le tappe principali del Fuoco del Morrone – Cammino del Perdono saranno oltre Sulmona, per la partenza, e L’Aquila per l’arrivo: Pratola Peligna, Castelvecchio Subequo, Acciano, Centurelli-Caporciano, San Demetrio Né Vestini,  Onna. La Provincia e il Comune dell’Aquila saranno presenti in tutte le tappe con un loro delegato e con i Gonfaloni ufficiali.

La novità di questa edizione sarà la presenza in tutte le soste in cui approderà il Fuoco di una postazione mobile dedicata al Progetto Turistico del Cammino del Perdono, nel tratto Sui Passi di Celestino, che offrirà agli operatori interessati ad entrare nella rete, indicazioni sulle opportunità di valorizzazione del territorio che, ricordiamo, coinvolge a piu’ livelli l’accoglienza turistica e le tipicità locali.

Programma completo dell’iniziativa

 MARTEDI’  16 Agosto all’eremo di S. Onofrio   dove  si terrà la cerimonia religiosa e si procederà all’accensione del Fuoco del Morrone  nella grotta che ospitò il Santo.

–  MERCOLEDI’ 17 Agosto a SULMONA –  Con il corteo dalla Basilica di S. Panfilo  fino a S. Francesco della Scarpa per il saluto delle Autorità Religiose e Civili   della Provincia e dei Comuni di Sulmona e L’Aquila, e proseguimento del Fuco alla volta di PRATOLA PELIGNA.

–  GIOVEDI’ 18 AGOSTO  a Castelvecchio Subequo  con il corteo storico e la solenne funzione religiosa a ricordo del passaggio e della sosta notturna al Convento di S. Francesco,  di Pietro del Morrone nel suo viaggio verso  L’Aquila dove sarebbe stato incoronato Papa, e del miracolo avvenuto proprio  durante la sosta in questa località, il 25 luglio 1294.

–  VENERDI’  19 Agosto ad Acciano  alla Chiesetta Rupestre della  Madonna della Sanità, nel luogo dove il Santo eremita compì un ulteriore miracolo, il 26 Luglio 1294, liberando dall’epilessia  un infermo verrà celebrata una Santa Messa per gli infermi e i disabili.

–  SABATO 20  Agosto  alla chiesa Celestina di Santa Maria di Centurelli – Madonna del Buon Cammino  Caporciano – L’Aquila   con la Perdonanza dei pastori, allevatori e agricoltori.. L’importante chiesa tratturale è stata riaperta ufficialmente nel 2014  al termine di notevoli e importanti lavori di ristrutturazione e abbellimento.  Cerimonia Religiosa e Civile.  Al termine agape fraterna offerta dal Movimento Celestiniano.

–  DOMENICA 21 Agosto  ritorno alla sosta notturna del FUOCO  a S. DEMETRIO NE’ VESTINI dopo il terremoto del 2009.

–  LUNEDI’   22 Agosto – sosta notturna del FUOCO a ONNA presso la chiesa di S. Pietro Apostolo ricostruita recentemente e riaperta al culto dopo il terremoto.

 – MARTEDI’ 23 Agosto  (Mattina)  il Fuoco ritornerà a fare sosta alla chiesetta di S. Pietro Celestino a Paganica – unico esempio di  chiesa intitolata al Santo extra-moenia.

 Nelle soste notturne previste dal programma le Amministrazioni Locali e i Parroci si adopereranno per meglio accogliere  il Fuoco , celebrare le Perdonanze Religiose e animare le serate con spettacoli  di arte varie.