IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Montereale, rievocazione di Margherita d’Austria

di Nando Giammarini
Diceva Platone, più di duemila anni fa, dal dialogo nasce la conoscenza e dalla conoscenza, aggiungo io, la possibilità di avviare nuovi rapporti sociali, quello spirito di Comunità in cui è insita la risoluzione dei problemi di tutti sentendoci meno soli. Quindi ben vengano iniziative di tutti i generi, compresa questa spettacolare della rievocazione di Margherita d’Austria volte a rafforzare la cultura del dialogo e del vivere civile nel rispetto delle regole. E’ a tutti noto che Margherita d’Austria – nata il 28 dicembre 1522 a Oudenarde in Belgio figlia naturale dell’imperatore Carlo V e di una umile tessitrice fiamminga, fu governatrice prima dei paesi Bassi e poi dell’Aquila. Era uno dei periodi storici più difficili, inquieti e complessi della storia del nostro Paese, lacerato in conflitti tra Riforma Luterana e Controriforma Tridentina- era una personalità di primo piano che segnò in modo tangibile la vita sociale economica e amministrative degli antichi Abruzzi. A lei va il merito di averli proiettati nel grande contesto storico ed europeo. Convolata in matrimonio giovanissima, a 14 anni per volere del Padre, l’imperatore Carlo V, con Alessandro de Medici aveva ricevuto in dote il ducato di Penne, le terre di Campli, Civita Ducale, Leonessa e Montereale. Alcuni storici la definiscono una donna del suo tempo ma anche straordinariamente intelligente che pur dovendosi adeguare alle ragion di Stato che il suo ruolo le imponeva riuscì, con determinazione, a trasformarsi in una persona sicura, moderna, come dire una governante illuminata. Soggiornò per brevi periodo a Leonessa ma scelse Cittaducale quale sua residenza dove visse 3 anni trasferendosi poi all’Aquila. Nel maggio del 1538 la giovanissima vedova di Alessandro de Medici soggiornò a Montereale. Nel 1582 acquisto la città di Ortona dove morì il 18 gennaio del 1586. Stiamo parlando di una delle donne più importanti dei suoi tempi, soprannominata “Madama“ dai romani, sebbene abbia avuto una vita coniugale travagliata ed importante poiché moglie di un Medici, di un Farnese e di un nipote di papa Paolo III. Per revocare questa grande donna – che ha elevato il nostro territorio ricco di umanità e di bellezze naturali, nel cuore dell’Alta Valle dell’Aterno – agli onori della storia la Pro Loco di Montereale, egregiamente presieduta da Linda Giorgi ha creato lo splendido evento “ Ricordando Margherita d’Austria” con il patrocinio del Comune. Lei un vulcano di idee e di voglia di fare, sebbene con grande impegno ed un grosso lavoro organizzativo ha realizzato la splendida iniziativa agostana rivolta a residenti e villeggianti che in questo mese clou delle vacanze estive stanno godendo il fresco e l’aria buona dei nostri monti. Una manifestazione fondamentale per dare il giusto riconoscimento alla memoria di una persona che amò la nostra terra tanto da trascorrerci un periodo della propria vita e di promuovere il territorio monterealese dove da sempre è forte il legame con la cultura. Si inizia, in un festoso clima di allegria e divertimento, alle 11.00 di sabato 6 agosto 2016 con uno spettacolo di sbandieratori e musici a cura dell’associazione sbandieratori di Viterbo. Il 6 Agosto alle 15.30 corteo storico con i rappresentanti dei quattro Quarti del territorio dell’antica Mons Regalis. Alle 17.00 la spettacolare giostra della quintana a cura del gruppo equestre città di Velletri. Confidando in una elevata partecipazione auguriamoci che tale iniziativa si protragga nel tempo continuando a valorizzare il territorio.

c8155cd4-a646-4f2f-9665-8eb14fab1ed3