IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Immagina che qui…c’erano una volta 99 castelli

“Libris in fabula” mette in scena la fantasia dei ragazzi con “Immagina che qui…”
Mentre proseguono le mostre per ragazzi proposte dall’Associazione Libris in fabula presso la ex tipografia “La Bastida” in via Verdi, fino al 7 agosto dalle ore 17,30 alle 21,30, la stessa associazione porta in scena “Immagina che qui… C’erano una volta 99 castelli”, il primo dei quattro racconti, frutto della fantasia dei ragazzi delle scuole estive dell’Aquila, che hanno aderito al progetto.
I temi dei racconti scaturiscono, infatti, dai commenti e dalle riflessioni dei ragazzi nel corso di una serie di visite guidate in luoghi della città, che alla gran parte di loro risultano sconosciuti.
L’appuntamento è in via Verdi il 4 agosto alle ore 18,30. Il progetto vede la partecipazione della Corale CantAbruzzo, diretta da Rosella Pezzuti
La musica di Gershwin protagonista con “Summertime”, voce narrante Massimo Popolizio
La grande musica di Gershwin è protagonista di una delle più suggestive serate che animano l’edizione di quest’anno de I Cantieri dell’Immaginario: SUMMERTIME, uno spettacolo ispirato a George Gershwin e alla sua “Porgy and Bess”. L’appuntamento è per Giovedì 4 Agosto, ore 21,00, nel cortile di Palazzo Lucentini Bonanni, in piazza Regina Margherita.
La star della serata è Massimo Popolizio, uno dei più illustri attori italiani, formatosi con Luca Ronconi e cresciuto sui gloriosi palcoscenici del Piccolo Teatro di Milano, che traccia l’itinerario dello spettacolo dando voce ai testi appositamente creati da Errico Centofanti, messi in scena con la regia di Fabrizio Pompei e la direzione musicale di Vincenzo Di Carlo.
È l’America degli anni Trenta che va in scena, con le sue eleganze e le sue ruvidità. Lo spettacolo si snoda intorno a Summertime, una delle più celebri melodie d’ogni tempo, filo conduttore di Porgy and Bess, il grande melodramma jazz di George Gershwin. Seducenti spezzoni di Porgy and Bess scorrono, mescolando gli incantesimi del canto e della recitazione con le danze guidate dagli irresistibili ritmi Charleston e Lindy Hop. L’evocazione di anni densi d’effervescenza artistica e drammi sociali s’intreccia con il racconto della emozionante avventura umana di Gershwin e con la magia scenografica d’uno dei più incantevoli cortili del centro storico appena restituito dai restauratori.
Musiche, ovviamente, di George Gershwin. Testo e Drammaturgia di Errico Centofanti. Elaborazione Musicale di Giovanni Ieie e Vincenzo Di Carlo. Coreografie di Elena Emidea De Simone e Maria Zaccagno. Scenografia virtuale di Giuseppe Tandoi. Ambientazione scenica di Edoardo Gaudieri e Vittoria Giampaolini. Costumi di Stefano Taccone. Regia di Fabrizio Pompei.
Prodotto da Musica per la Pace in collaborazione con Armelis, Summertime coinvolge, accanto a Massimo Popolizio, un folto gruppo di interpreti, tutti giovani e brillantemente collaudati: il soprano Fiammetta Tofoni, la pianista Paola Ciolino, il Coro Cappella Ars Musicalis, il Gruppo Strumentale Ensemble Giocosax, i Gruppi di Danza Crazy Ginger e ConTacto.
Sul podio, a guidare tutto il percorso musicale dello spettacolo, il M° Vincenzo Di Carlo, Direttore della Schola Cantorum dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.