IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Miss Lilt L’Aquila 2016 si chiama Annabruna

Apre gli occhi al mondo una nuova idea di femminilità, la nuova ‘Miss Prevenzione’ si chiama Annabruna.

Ha sorriso al momento della pronunzia del suo nome come prima Miss classificata. Lei si chiama Annabruna Di Iorio ed è stata eletta, ieri notte, 8 luglio, ‘Miss Lilt L’Aquila 2016’. A lei va il biglietto di una crociera in Europa e lo scettro della più bella Miss che richiama i moniti della Prevenzione del tumore al seno. Il testimone ora passa ad una giovanissima ragazza di vent’anni: sarà lei, per tutto l’anno venturo, l’ambasciatrice provinciale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di L’Aquila.

Una folta chioma nerissima ed un viso agguerrito, ma dolce da Amazzone saranno i nuovi crismi palpabili del futuro concetto della Miss, a partire da ieri notte e ad incominciare dalla città di Avezzano. Annabruna Di Iorio, 20 anni, originaria di Chieti, ha partecipato alla seconda edizione del concorso di bellezza dallo sfondo sociale ‘Miss Lilt L’Aquila 2016’ non per vanto, né per vanità, ma unicamente per dimostrare a sé stessa che tutte le donne hanno qualcosa di buono da dimostrare sempre. Questa giovane ragazza, studentessa di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Teramo, si è imposta sulle altre 13 concorrenti per vivacità, determinazione di sogni e sguardi in avanti per l’avvenire.

Le telecamere di Witel, inoltre, media partner dell’evento, sono state puntate, per tutta la durata della manifestazione, sui volti e sui sorrisi delle aspiranti miss, immortalando, in una rigorosa diretta streaming su www.witel.tv, le loro gioie e le loro ansie per la futura incoronazione. Colonna sonora fragorosa della serata ‘in rosa’, la voce melodiosa della speaker radiofonica di RDS Rosaria Renna, vera e propria anchorwoman della notte avezzanese: per lei, una forte emozione quella di «presentare – ha detto – un evento di tal calibro, che ha a che fare con la sensibilità più silenziosa delle donne, quale quella legata alla loro autodeterminazione, fisica e psicologica. Parlare di tumore, raccontarne a voce, – ha ribadito – è un modo sano di tenere sempre agile l’attenzione sulla sua prevenzione. Lo show si è spartito il palco con l’allegria della festa (danza caraibica con la scuola di ballo ‘Bailando’ e con la scuola ‘Fantasy Dance’, l’hip hop di Giorgia Bellisario e la metafisica esibizione di due giovani ballerini dell’Accademia Nazionale di Danza, quali Bianca Cortese e Francesco Cipriani, di 17 anni appena entrambi Ndr.) e la tipicità classica di un concorso di bellezza pulito e meritevole. In una parola? Ha vinto la donna». Il principe di ‘Ti lancio una canzone’, il giovanissimo Marco Boni, la possente voce di Laura Fantauzzo, quella cristallina di Sabrina Di Cosimo e le note blues di Patricia Carlini sono state, invece, le perle di musica di una notte vissuta a metà strada fra la celebrazione della donna in salute ed il virtuosismo del talento. L’evento è stato patrocinato e sostenuto dal Comune di Avezzano e dal presidente del Tribunale cittadino, dottor Eugenio Forgillo.

miss lilt

È stata eletta, quindi, fra i gradini robusti di uno degli edifici più antichi della storia della città di Avezzano, il Tribunale cittadino, la nuova ‘Miss Prevenzione’. È stata incoronata dall’ex ‘Miss Lilt L’Aquila 2015’ Melissa Marchetti, dal medico chirurgo e senologo Antonio Addari, presidente della Lilt provinciale, e da Alberta De Cristofaro, titolare della gioielleria che ha gentilmente offerto la preziosa corona da Miss ed il soave girocollo di perle, in un fragoroso sussulto di applausi. L’evento, ideato per il secondo anno consecutivo dal fotografo abruzzese Antonio Oddi, ha riscosso un gran successo di pubblico, contando ben 1000 presenze in loco, sia alla Cena di Gala, organizzata dal Bar Noà, sia ai piedi della scalinata vetusta.
Una giuria di tutto punto, traghettata dal presidente Rocco Di Micco, a capo del GAL Terre Aquilane da pochissimo e presidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Avezzano, ha scandito le varie sfilate delle Miss con accuratezza di voti. Seconda classificata è stata la romana Sara De Santis, che ha comunque riportato a casa un durevole bottino d’oro: viaggerà, di fatti, assieme alla novella ‘Miss Lilt L’Aquila 2016’, alla volta delle mete più curiose europee grazie ad una crociera per due offerta dall’Agenzia di Viaggi locale ‘Vivere&Viaggiare’.
Medaglia di bronzo, invece, è andata a Giada Di Cola, di Pescara. Altre fasciate nella notte marsicana della Prevenzione, sono state: Ilaria Maglione, diciassettenne di Lanciano, ed Anna Semenkova, ucraina di 24 anni. La miss Michela Rosselli (17 anni), invece, ha vinto la realizzazione di un book fotografico. «Le donne non vanno mai lasciate da sole – così ha esordito, a seguito della sua incoronazione, la nuova Miss Lilt del momento – Sono onorata di ricevere questa fascia: le porterò rispetto ed affetto, come è giusto che sia nei confronti di una causa sociale di così alto senso femminile e morale».