IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio riparte da Morgia

di Claudia Giannone

È Massimo Morgia il tecnico su cui L’Aquila Calcio punta per ripartire, dopo la catastrofe della stagione terminata ormai da più di un mese. “Un punto fisso su una ripartenza”: così il mister è stato definito in conferenza stampa dal presidente rossoblù Corrado Chiodi. Dopo il periodo di indecisione tra lo stesso Morgia, Vincenzo Feola e Roberto Cappellacci, la società è giunta ad un accordo e ha portato a L’Aquila un tecnico di esperienza, che per i tifosi sembra rappresentare una garanzia. Una scelta che, per il direttore sportivo Alessandro Battisti, va al di là dell’aspetto sportivo. Della stessa idea sembra essere mister Morgia.

“Conosco Alessandro Battisti, soprattutto dal punto di vista umano: abbiamo le stesse idee sul calcio. Avevo scelto di non allontanarmi più da casa mia, la Toscana, ma se ho preso questa decisione era per una forte convinzione. Mi sono documentato sulla storia della società e della città: vedere con i miei occhi mi ha fatto capire che la scelta era giusta”.

“Si tratta di una categoria in cui i rimborsi economici non sono elevati –  ha proseguito – è una scelta fatta con il cuore, una scelta data dai miei sentimenti. In questa città, la parola d’ordine è ricostruzione, e non solo per quanto riguarda la città: ci deve essere una ricostruzione anche dal punto di vista psicologico e morale. Il mio compito è trasmettere ai giocatori questa ideologia”.

Due le caratteristiche che il mister vorrà trovare nei giocatori messi a sua disposizione. Nulla di preciso per quanto riguarda il modulo: una tendenza al 3-4-3, come insegna il suo passato, ma solo un attaccamento a dei principi.

“Identità ed aquilanità dovranno essere i punti fermi dei ragazzi che verranno a giocare a L’Aquila. Sono abituato a lavorare con due gruppi nello stesso momento, per questo parteciperò attivamente anche nel settore giovanile, vivendolo giorno per giorno. Ho chiesto anche l’affiancamento di Renato Greco, già collaboratore dell’Aquila Calcio, che ho avuto come giocatore e che stimo soprattutto come uomo”.

Oltre a Greco, l’altro storico collaboratore, e secondo allenatore, sarà Michele Coppola.

“L’Aquila – ha aggiunto – non è una città da serie D, meriterebbe ben altra categoria. Cercheremo di riportarla dove merita, ma senza fare proclami né prendere giocatori tanto per spendere soldi. Dobbiamo prendere giocatori che hanno voglia di correre e di stare in campo in modo serio”.

leggi anche: E’ Morgia il nuovo allenatore dell’Aquila Calcio