IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Elisoccorso: 115 decolli in 4 mesi

Nel periodo dicembre 2015-maggio 2016 sono stati 378 gli interventi effettuati dall’elisoccorso del 118 in Abruzzo. Di questi, 155 sono decollati dalla base dell’Aquila, 223 da quella di Pescara. I dati sono contenuti nella relazione di monitoraggio periodica, inviata dalla Struttura Commissariale per la Sanità al Ministero della salute e al Ministero dell’economia e delle finanze. Nel documento, a firma del Commissario Luciano D’Alfonso e del sub-Commissario Giuseppe Zuccatelli, si evidenzia “la sostanziale correttezza dell’invio dell’elisoccorso, in missioni in cui si presume la presenza di patologie i cui esiti sono fortemente condizionati dalla precocità dell’intervento e dall’accesso al luogo di cura più idoneo”. Nel 40.6 per cento dei casi, l’intervento dell’elisoccorso è stato richiesto per patologie traumatiche, nel 17.6 per cento per patologie cardiocircolatorie, nel 15.9 per cento per patologie neurologiche e nel 6.1 per cento per patologie respiratorie. Il 70.6 per cento dei casi registrati aveva come codice di gravità il rosso, il 28 per il cento il giallo e l’1.4 il verde. Le missioni dell’elisoccorso si sono concluse con il trasporto in ospedale nell’89.3 per cento delle richieste, mentre nell’8.2 per cento l’intervento si è concluso con il trattamento effettuato sul posto. Le ore di volo complessive sono state 295, 128 della base dell’Aquila e 167 di quella di Pescara. A oggi nella nostra regione sono in servizio 2 elicotteri, uno all’Aquila, l’altro a Pescara, che svolgono attività sull’intero territorio, ma anche su parte delle Marche e del Molise, sulla base di specifiche convenzioni nella fascia oraria compresa tra le 7 e le 20.

SOCCORSI IN MONTAGNA: Diversi interventi ci sono stati nel weekend che hanno visto impegnato l’elisoccorso del 118 di stanza a Preturo. E’ l’unico aeromobile adibito a soccorsi in montagna di carattere sanitario con il verricello. [Gran Sasso, 35enne ferita durante un’arrampicata]
Intanto la proposta di legge Reasta è passata in commissione Ambiente ma ancora non approda in consiglio regionale. A promuovere l’introduzione del Soccorso alpino a pagamento sono stati due consiglieri regionali Pierpaolo Pietrucci (PD) e Luciano Monticelli (PD). [Soccorso Alpino a pagamento, Gustav Thoeni: ‘Legge necessaria’]