IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Una mostra sul Presenteismo dall’Aquila alla Romania

E’ incentrata sugli artisti del Presenteismo, movimento ideato dall’artista aquilano Alessandro Piccinini agli inizi degli anni ottanta e dal sodalizio intellettuale con l’antropologo Pierre Carnac, la mostra allestita all’interno degli spazi museali di Sambata, comune della Transilvania, in Romania.

L’esposizione propone, oltre ad un excursus intergenerazionale, anche un approfondimento storico della ricerca pittorica di questi artisti. Curata dallo storico dell’arte Dan Lazarescu propone, attraverso la presenza di Antonio Gentile, Radica Gorun, Dorin Lihor, Luciano Lombardi, Mihai Pacurar, Alessandro Piccinini, Madalina Tamas, Petru Vostinariu, una riflessione storica e critica in riferimento all’idea dell’evento, concepita da artisti di diversa formazione e generazione, che hanno spesso collegato il proprio lavoro ed impegno a tematiche sociali.

presenteismo in romania
presenteismo in romania

Afferma il critico Dan Lazarescu, curatore della mostra al museo Joan Slavici, che il processo che il Presenteismo suggerisce per giungere all’autocoscienza “passa” attraverso l’esplorazione e la ricognizione dell’inconscio, il recupero di quelle “memorie” individuali e collettive, biologiche e culturali e attraverso la disanima della proiezione cioè del cosiddetto futuro. Una Ri-cognizione e una Ri-conoscenza, nel senso etimologico dei termini. In sintesi la mostra ripropone le naturale visione presenteista che si trasforma e si auto regola evolvendo, ma sostanzialmente conservandosi. Richiama il concetto dello strutturalismo contemporaneo: il presente viene infatti considerato come unità dinamica ed unitaria. Un presente quindi non come dimensione temporale “statica”, scena immutabile di ogni azione umana, ma divenire di forma e materia in continua evoluzione.

Ricordiamo inoltre che, tra gli artisti presenti, Antonio Gentile, Luciano Lombardi, Dorin Lihor, Alessandro Piccinini e Petru Vostinariu hanno donato una loro opera per il pannello corale” L’Aquila Forever” 99 -rintocchi per la resurrezione ed Onna nel cuore.