IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Da Avezzano le patate per Mc Donald’s

Presentato all’Ufficio di Presidenza della Commissione Agricoltura della Camera
il progetto Fattore Futuro dedicato ai giovani agricoltori italiani.

All’incontro informale della Commissione Agricoltura della Camera tenutosi ieri nel quale è stato illustrato Fattore Futuro, il progetto di McDonald’s dedicato ai giovani agricoltori, ha partecipato anche l’agricoltore avezzanese Claudio Scipioni.

Fattore Futuro, che ha ricevuto il patrocinio del MIPAAF, a ottobre 2015 ha selezionato oltre a Scipioni altri 19 imprenditori agricoli under 40 che sono divenuti fornitori di McDonald’s per i prossimi tre anni.

Alla presenza del Presidente della Commissione On. Luca Sani, ai Vicepresidenti e ai Capigruppo, il progetto è stato presentato, dall’Amministratore Delegato di McDonald’s Italia, Roberto Masi, insieme a 3 dei 20 imprenditori selezionati: Claudio Scipioni, Raffella Mellano e Giosué Arcoria.

mc doland's

“La commissione ha espresso interesse nei confronti del progetto Fattore Futuro di McDonald’s Italia e anche disponibilità ad approfondire in futuro il suo sviluppo. Quella di McDonald’s rappresenta una risposta certa rispetto a nuovi sbocchi di mercato e soprattutto rispetto alla volatilità dei prezzi che sta colpendo il nostro sistema agricolo” ha dichiarato il Presidente della Commissione On. Sani.

Claudio Scipioni, che è anche Presidente dell’Anga L’Aquila, è diventato, con Fattore Futuro, fornitore di patate per McDonald’s Italia. Questo anche grazie al suo progetto sperimentale, sviluppato insieme a L’Università dell’Aquila e due consorzi locali, per lo sviluppo di un nuovo metodo di coltivazione delle patate. Questa tecnica consiste nell’uso di sementi a cui è aggiunto materiale batterico di origine naturale che favorisce la fertilizzazione generando un prodotto più sostenibile, in grado di contrastare la perdita di biodiversità del terreno, ridurre l’utilizzo di risorse idriche e i costi.

Ad accompagnare i tre giovani agricoltori erano presenti Raffaele Maiorano, presidente dell’Anga – Associazione Nazionale dei Giovani Imprenditori Agricoli di Confagricoltura – e Maria Pirrone, Presidente nazionale dell’Agia – Associazione Giovani della Cia – che hanno sostenuto il progetto sin dalla sua nascita promuovendolo presso i propri associati.

L’incontro è stato anche l’occasione per presentare i numeri di McDonald’s che in Italia conta oggi 532 ristoranti e oltre 20.000 dipendenti. Con queste dimensioni e con oltre l’80% dei propri fornitori composto da aziende italiane, McDonald’s rappresenta un partner significativo per il settore agroalimentare italiano. Inoltre la promozione e valorizzazione di prodotti italiani, iniziata da McDonald’s nel 2008, ha consentito la nascita di numerose collaborazioni con Consorzi locali nonché piccole e medie aziende del territorio per far conoscere in tutta Italia e all’estero i prodotti tipici del nostro Paese e gli ingredienti di origine DOP e IGP.

McDonald’s Italia
In Italia da oltre 30 anni, McDonald’s ha oggi più di 530 ristoranti in tutto il Paese per un totale di 20.000 persone impiegate che servono ogni giorno circa 700.000 clienti.
I ristoranti McDonald’s italiani sono gestiti per l’80% secondo la formula del franchising grazie a 140 imprenditori locali che testimoniano il radicamento del marchio al territorio. Anche nella scelta dei propri fornitori McDonald’s conferma la tendenza a essere un marchio “locale”, con circa l’80% di fornitori che è rappresentato da aziende con stabilimenti in Italia.