IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

GSA, l’estate in vacatio di Americo

di Roberta Galeotti

Entro il prossimo 30 giugno dovrà essere approvato il bilancio della Gran Sasso Acqua e, contestualmente all’atto, decadranno tutti gli incarichi del cda. L’attuale presidente, Americo Di Benedetto, si sarebbe attivato nei giorni scorsi per ottenere una proroga dei mandati al fine di incassare qualche mese in più di operatività.
La proroga, auspicata da Di Benedetto, esporrebbe l’ente all’annullabilità di tutti gli atti eventualmente adottati ed emanati in questi mesi di transizione.  Una prorogatio fortemente voluta dal presidente che avrebbe sensibilizzato la segreteria del Partito Democratico e che, lunedì scorso, avrebbe fatto visita al sindaco Cialente proprio per tentare di fargli procrastinare la nomina del nuovo presidente del cda.
Le pareti di Palazzo Fibbioni hanno lasciato trapelare qualche indiscrezione, secondo cui Massimo Cialente avrebbe ricevuto pressioni dai vertici del Pd, dalla segreteria al consigliere regionale Pietrucci, grande sponsor di Americo, ma che, dopo la bocciatura del suo nome a manager della Asl, non potrà permettersi un altro passo falso.

La normativa comunale, però, non lascia dubbi e spazio ad interpretazioni. Lo Statuto Comunale non prevede la proroga né la rinnovabilità dell’incarico oltre i due mandati, e l’attuale presidente con i suoi 10 anni di mandati ha raggiunto il limite di legge. Nominato vice presidente nel 2006, durante la giunta Tempesta (su proposta dell’allora assessore Srour che voleva ricompensare Di Benedetto per la candidatura alla Camera), il sindaco di Acciano è stato poi eletto presidente durante la giunta Cialente, con main sponsor bipartisan Romeo Ricciuti e Pierpaolo Pietrucci.
E’ proprio il sindaco del Comune di L’Aquila, che rappresentando il 60% della società per azioni GSA, propone il nome del presidente all’assemblea dei 36 sindaci, che ne ratifica la nomina.

Non vorremmo che qualcuno avesse sperato nella distrazione delle vacanze estive del consiglio comunale per portare a casa una proroga di qualche mese, al fine di potersi traghettare verso nuove acque, con buona pace della trasparenza ed in barba alla correttezza.
Auspichiamo in un intervento del presidente della massima assise civica, Carlo Benedetti, custode dello Statuto Comunale e ‘garante’ della sua corretta applicazione; del presidente della Commissione Garanzia, Raffaele Daniele; della sempre attenta estrema sinistra o della stessa opposizione.

Come ampiamente trattato da IlCapoluogo, i candidati in corsa per il ruolo da presidente della GSA sarebbero svariati: dall’ex sindaco di Rocca di Mezzo, Emilio Nusca; all’attuale vice presidente dell’ente, Salvatore Santangelo; all’ex sindaco di Villa Sant’Angelo, Pierluigi Biondi. A questi si aggiunge, tra i corridoi di palazzo Fibbioni, il nome di Angelo Bonura, ex Vice Sindaco ed ex vice presidente della GSA.

Leggi anche: Di Benedetto non si dimette, tre pretendenti per la GSA