IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La denuncia: saccheggiate macchinette distributrici

Macchine distributrici di bevande e stuzzichini prese d’assalto dai ladri. Parte da Teramo la protesta di Bruno Cardelli, titolare della GE.DI.CA. Srl, società proprietaria di molti distributori automatici sparsi nel territorio abruzzese. «Da più di un anno, la mia società è nel mirino di malviventi – ci spiega Cardelli – che forzano i miei distributori automatici sparsi nel territorio, saccheggiandone il contenuto in monete. Ogni furto che subisco significa per la mia azienda un danno monetario che si aggira tra i 500 ed i 2000 euro, tra manomissione delle macchine distributrici ed incassi. Da venerdì scorso ho subito 6 furti che hanno danneggiato 9 macchine. Alcune, essendo state trovate senza soldi all’interno, sono state sfregiate e rese inutilizzabili scaricandogli addosso un estintore.

Non ho denunciato gli ultimi furti – continua il titolare dell’azienda -, visto che non c’è modo di fermare questi malviventi temo che dovrò farmi giustizia da solo. Di sera mi aggiro nelle zone in cui sono posizionati i miei distributori, visto che non c’è altro modo per tutelarmi.

Probabilmente sarò costretto anche a licenziare del personale visto che l’unico consiglio che ho ricevuto da alcune autorità è stato quello di rimuovere le macchine dai posti “più a rischio” per risolvere il problema in modo definitivo – conclude Cardelli -. La situazione è ormai divenuta paradossale».