IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

150 arcieri nel parco di Murata Gigotti

Appaiono come figure variopinte di un antico arazzo i circa 150 arcieri che il 12 giugno, in abito medievale, si muovono nella splendida cornice del Parco di “Murata Gigotti” di Coppito per dare vita alla IX edizione del torneo di arcieria medievale “A.D. 1254 CERTAMEN 99”.

Grosse nubi grigie corrono nel cielo preoccupando sia gli organizzatori (compagnia Arcieri storici medievali “Virtus Sagittae” di L’Aquila e Proloco di Coppito) che le compagnie ospiti, circa 25 gruppi provenienti da tutto il territorio nazionale, tutti facenti parte della grande famiglia L.A.M.

VIrtus sagittae coppito
VIrtus sagittae coppito
VIrtus sagittae coppito

Il presidente nazionale Carlos Alberto Owen, presente al torneo valido come prova del campionato nazionale L.A.M (Lega Arcieri Medievali), dà il via alla manifestazione dopo aver salutato i presenti e fatto gli auguri di rito.

Così le frecce cominciano a sibilare tra le 14 postazioni di tiro, accompagnate dall’allegro vociare degli arcieri e da qualche goccia d’acqua che ogni tanto le nuvole lasciano cadere sull’erba e sulle fronde degli alberi secolari del Parco della Murata Gigotti.

La struttura urbana che ospita il torneo, si estende su un’area verde di circa 8 ettari (interamente recintata da un muro) all’interno dell’abitato di Coppito e rappresenta l’eredità di un’antica tenuta agricola recintata risalente al XVI secolo (le cosiddette “terre chiuse”) che fino a quarant’anni fa erano ancora coltivate a frumento e vigneto.

VIrtus sagittae coppito
VIrtus sagittae coppito
VIrtus sagittae coppito

Dal 2013 la Proloco di Coppito, sotto la guida della Presidentessa Marina Marinucci, in base ad un progetto di valorizzazione e tutela ambientale ha recuperato la pineta sovrastante il Parco e bonificato l’area, restituendola così alla città che ha bisogno di verde attrezzato fruibile da tutti.

I bersagli di quest’anno erano ispirati e legati a detti e proverbi dialettali aquilani frutto di una paziente ricerca compiuta da Lucio Titani.

Hanno riscosso particolare successo: la “Gallinella” ed il “Passerotto” entrambi ideati e realizzati dal mastro Sandro Scipione.

Tutto scorre con tranquillità e al termine del torneo gli arcieri si ritrovano per gustare il pranzo cucinato sapientemente dagli attivissimi volontari della Proloco di Coppito e servito
all’interno della struttura che li protegge dall’ennesima bomba d’acqua scatenata da Giove pluvio .

Al termine del conviviale hanno avuto luogo le premiazioni durante le quali ci sono stati gli interventi: del Presidente Carlos Alberto OWEN che ha ringraziato i partecipanti al torneo, la Proloco e gli organizzatori della manifestazione ribadendo l’affetto e la stima personale e della LAM verso la città di L’Aquila e del rappresentante la Proloco di Coppito, Giosafat Capulli il quale ha evidenziato il piacere di aver collaborato all’organizzazione e alla riuscita della manifestazione e la bellissima e positiva impressione avuta dal mondo dei tornei di arcieria storica e della rievocazione.

E’ d’obbligo sottolineare lo sforzo profuso con successo da tutta la compagnia “Virtus Sagittae” per la buona riuscita dell’evento, sforzo che sarà maggiore il prossimo anno per poter organizzare al meglio il M.A.E.C. (campionato europeo arcieria medievale).

Lo scambio di saluti e abbracci ha sancito il termine della manifestazione svoltasi come al solito sotto l’insegna dell’amicizia e dell’aggregazione che solo la LAM e la passione per questo sport possono far nascere.

Compagnia Arcieri Storici “Virtus Sagittae” L’Aquila.