IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

H3G assicura: all’opera per tutelare i posti di lavoro

H3G vuole mantenere il progetto nato nell’immediato post sisma: ma sono venuti meno i presupposti per collaborare con Globe Network, a causa della sua pesante situazione debitoria.

In una nota ufficiale inviata a IlCapoluogo, i vertici di H3G spiegano cosa sta succedendo nel call center aquilano.

“E’ doveroso ricordare che il call center operativo dal 2010 a L’Aquila è un progetto che H3G ha fortemente voluto e realizzato per dare il proprio contributo alla rinascita e alla ripresa economica della città dopo il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009. H3G ha così creato più di 200 posti di lavoro con l’obiettivo – condiviso con le Istituzioni – di dare serenità e concrete prospettive per il futuro a molti giovani abruzzesi e alle loro famiglie. L’attuale situazione di crisi nasce invece dalla gestione del call center da parte del fornitore GlobeNetwork: H3G è venuta infatti a conoscenza a luglio del 2015 della messa in liquidazione della stessa GlobeNetwork e della sua pesante situazione debitoria verso l’Amministrazione finanziaria. Tutto questo nonostante H3G avesse regolarmente pagato il servizio alle scadenze pattuite in accordo con il fornitore nel corso del rapporto contrattuale. Di conseguenza sono venuti a mancare i presupposti per la prosecuzione della collaborazione e pertanto H3G si è vista costretta a interrompere il rapporto con GlobeNetwork.”

“Ora, per mantenere fede all’impegno preso più di 6 anni fa in virtù della responsabilità sociale dell’azienda, H3G sta lavorando per valutare tutte le possibili soluzioni a garanzia e tutela dell’occupazione e delle parti coinvolte.”