IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Per il Circolo Tennis vittoria in casa e play-off più vicini

Nella giornata di domenica si è consumata sui campi del Circolo Tennis L’Aquila un’altra vittoria, la seconda consecutiva, che proietta la squadra a un passo dal raggiungere il primo obiettivo stagionale: secondo posto e l’accesso ai play-off per la promozione in Serie A2. Per puro fatto scaramantico non si parla di primo posto, che risulta comunque essere perfettamente alla portata dei ragazzi del Circolo aquilano.

I primi match ad andare in scena sono stati quelli dei numeri 3 e 4 delle rispettive formazioni. Sul campo 3Andrea Picchione se l’è vista con il classe ’99 Omar Brigida, classifica 2.7. Nel primo set è partito nettamente meglio il tennista aquilano che ha sfruttato il fattore campo. In pochi minuti è riuscito a issarsi sul 5-0 mettendo a segno due break. Con un superbo diritto inside-out ha infine sigillato il primo set, aggiudicandoselo con un bagel.

Nel secondo parziale c’è stato il ritorno dell’avversario, che ha iniziato a trovare più feeling con la superficie. Nel settimo game è arrivato infatti il primo break per la formazione ospite, prontamente recuperato sul 5-4, quando Brigida serviva per il primo set. Sfortunatamente c’è stato un ulteriore break e Picchione ha perso il secondo set.

Nel parziale decisivo è uscita nuovamente fuori la verve dell’aquilano, capace di strappare il servizio al proprio avversario per ben due volte. Sul punto di servire per il match, una volta portatosi sul 5-1, restituisce un gioco al servizio al proprio avversario, bravo a conquistarsi il controbreak con punti di ottima fattura. Poco importa ai fini del risultato visto che nel gioco successivo Picchione trova di nuovo il break che vale la vittoria dell’incontro.

Contemporaneamente, sul campo 2, Andrea De Silvestri ha affrontato Vito Tarlo, classifica FIT 3.1. L’esito ha sorriso al tennista aquilano, sceso in campo con una grande voglia di far bene. Nel primo set si gioca su ritmi molto alti, con il tennista del Circolo brindisino che risultà, però, particolarmente falloso in risposta. Nel settimo

gioco arriva il proverbiale break, in favore di Andrea De Silvestri, bravo a restare lucido nel momento decisivo. Mantenendo i turni di servizio successivi si è infine assicurato la vittoria del primo, equilibrato, parziale.

Nel secondo set sopraggiunge un po’ di frustrazione nella mente di Tarlo, forse per le occasioni non sfruttate nei giochi precedenti. Il tennista pugliese non è riuscito a cancellare queste sensazioni ed ha finito per compromettere anche il secondo parziale. Viceversa, De Silvestri è rimasto sul pezzo, aumentando, se possibile, il ritmo di gioco. Alla fine è arrivata la vittoria anche del secondo set, con un punteggio tanto eloquente quanto alla fine giusto: 6 giochi a 0 in favore dell’atleta aquilano.

Terminati i primi due match sono iniziati quelli tra le prime due teste di serie delle rispettive compagini. Il primo a scendere in campo è stato Gianluca Di Nicola sul campo 2, opposto a Luca Pancaldi, attuale 722 del mondo ma con un passato da numero 698. L’approccio al match da parte dei due è stato dei migliori dando vita a un match molto equilibrato. Pregevoli vincenti da una parte e dall’altra hanno deliziato il pubblico che ha assistito al match. Nel primo set si è proceduto on-serve fino al nono gioco quando Di Nicola è riuscito a trovare il break che l’ha portato a servire per il primo match. A questo punto c’è stata una reazione d’orgoglio dell’avversario, bravo a contro brekkare subito e riportarsi in carreggiata. Le emozioni non sono finite qui: nel game seguente Di Nicola ha trovato un ulteriore break, stavolta confermato nel gioco successivo, che è valso il primo set per la squadra locale.

Il secondo parziale si è aperto sulla falsa riga del primo, con entrambi i tennisti molto solidi durante i propri servizi. La svolta è arrivata nel nono gioco del set, quando un’intraprendente Di Nicola è riuscito a strappare un break al suo avversario. Sul 5-4 e servizio, grazie anche alla grande spinta del pubblico presente, è arrivata la vittoria del match, il più equilibrato e spettacolare dell’intera giornata.

Sul campo adiacente ben pochi problemi per Enrico Iannuzzi che si è liberato in scioltezza di Gianmarco Saccone, di classifica FIT 2.5. Evidente la differenza di esperienza e tecnica messa in campo dai due, che rispecchia pienamente un risultato tanto severo quanto effettivamente giusto: 6-1 6-1 in favore del tennista avezzanese che non lascia spazio a repliche. Con il punteggio parziale di 4-0 nella serie totale si è andati alla pausa che ha preceduto i due doppi finali, ormai ininfluenti ai fini del risultato.

Le coppie designate a disputare i doppi dalle due squadre sono state Iannuzzi/Di Nicola e De Silvestri/Picchione per il C.T. L’Aquila e Pancaldi/Tarlo e Brigida/Saccone per il C.T. Brindisi. La coppia Iannuzzi/Di Nicola ha dovuto disputare unicamente tre game prima di poter uscire vincitrice dal match, causa il ritiro del duo avversario. L’altro match, al contrario, è stato vinto dalla coppia brindisina con un doppio 6-1, in un match disputato unicamente per prassi, vista la vittoria ormai archiviata precedentemente.

Detta vittoria proietta la squadra a 8 punti in classifica, in piena corsa play-off e, inutile nascondersi, anche per il primo posto. Ora testa a domenica prossima quando si affronterà in casa il Tennis Club Genova e nell’ultima giornata affronterà nella trasferta romana il Tennis Club Panda.

 

CT L’AQUILA – CT BRINDISI 5-1

Picchione b. Brigida 6-0 5-7 6-2
De Silvestri b. Tarlo 6-4 6-0
Di Nicola b. Pancaldi 7-5 6-4
Iannuzzi b. Saccone 6-1 6-1
Iannuzzi/Di Nicola b. Pancaldi/Tarlo 3-0 rit.
Brigida/Saccone b. De Silvestri/Picchione 6-1 6-1