IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Elio Germano, confessioni di un artigiano del cinema

Aula magna gremita in ogni ordine di posti e tanti applausi: è stato accolto così l’attore Elio Germano, “artigiano del cinema” (come lui stesso si è autodefinito) oggi a L’Aquila per un incontro pubblico con gli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Domenico Cotugno”.
Germano che si schermisce quando, nel presentarlo, la Dirigente scolastica Fiorenza Papale lo presenta come “il miglior attore italiano” e poi, nel corso del dibattito con il critico letterario di Repubblica Franco Montini, esula dal mero racconto della sua carriera teatrale e cinematografica aprendosi ad una vera e propria confessione a cuore aperto.
“Sarei voluto diventare un disegnatore industriale – dice l’attore romano, che poi continua – sono riuscito ad avere la fortuna di arrivare a vivere di qualcosa che, all’inizio, non volevo fare se non per passione”.

elio germano

“Prima di arrivare al cinema – puntualizza – sono partito dal teatro, che era per me una sorta di zona di sicurezza, la quale mi consentiva di uscire dalla logica stringente del ‘diventare qualcuno’ o dell”essere qualcosa’”.
Pluripremiato per il suo lavoro (da ricordare la Palma d’Oro vinta a Cannes nel 2010 per il film “La nostra vita”) Germano ha fama di essere molto riservato fuori dalle scene.
“Tendo a fare poca televisione ed a concedere poche interviste – spiega – perché vorrei scindere il mio ‘io’ attoriale da quello privato. Quando le persone mi vedono sullo schermo o sul palcoscenico – argomenta – mi piacerebbe che pensassero alla trama del film o dello spettacolo ed al personaggio che vi si muove dentro e non, magari, alla vita privata di chi lo porta in scena”.
Schietto nel richiedere agli studenti un dialogo diretto (emblematica la frase “basta darmi del lei oppure mi alzo e vado via”) li ha più volte spronati: “Inseguite i vostri sogni – questo il suo pensiero – ma mantenete sempre un’etica. Non piegate mai la testa pur di raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissati”.

elio germano