IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, brutto 3-2 sul campo del Prato

di Claudia Giannone

Voto altamente insufficiente per L’Aquila e mister Perrone: contro il Prato c’era bisogno di una vittoria, per poter uscire dalla zona play out approfittando di tutti i risultati favorevoli nella giornata di ieri, ma ancora una volta errori su errori condannano i rossoblù che riescono persino a far risvegliare il Prato, una squadra che merita pienamente la propria posizione in classifica. Evidentemente, anche L’Aquila non merita nulla in più.

Novità nell’undici iniziale: Chirieletti dal primo minuto, torna anche Bensaja per coprire il posto di Milicevic, rimasto a casa per un affaticamento. Perna dalla panchina dopo una stagione da titolare, avanti Sandomenico e De Sousa con Mancini arretrato che non mostra il massimo.

Apre le danze Sandomenico al 6′: l’attaccante aquilano calcia a botta sicura, miracolo di Rossi sul suo tentativo. Due minuti dopo, arriva il goal del Prato: errore di Pesoli, non al top in questa giornata, ne approfitta Benucci che porta in vantaggio la propria squadra.

Cerca di risvegliarsi L’Aquila, dapprima con una rete annullata per dubbio fuorigioco, poi al 18′ con Sandomenico che calcia in corsa, ma la palla che sembra essere ottima colpisce il palo esterno. Di nuovo lui al 36′ resta solo davanti al portiere, ma è l’estremo difensore ad avere la meglio anche questa volta. Trascorre un minuto, De Sousa avanti ha un pallone d’oro ma sbaglia clamorosamente spedendo fuori.

 Avvio di secondo tempo nero per i rossoblù: al 6′ minuto arriva il raddoppio del Prato con la rete di testa di Ghinassi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. E come se non bastasse, quattro minuti più tardi il goal di Ogunseye, entrato nel primo minuto della ripresa, affossa definitivamente gli aquilani, chiudendo praticamente il match a soli dieci minuti dall’inizio della seconda frazione di gioco.

 A mettere un cerotto è capitan De Sousa: al 18′ riceve di testa un cross di Chirieletti e riesce a bucare la rete difesa da Rossi, accorciando le distanze. Prova a risvegliarsi L’Aquila e quattro minuti dopo Sandomenico ci riprova, buono il tiro ma non abbastanza.

 La situazione cambia di nuovo al 33′: errore della retroguardia di casa, recupera palla Sandomenico che scappa verso la porta e solitario gonfia la rete per il 3-2 e la rinnovata speranza aquilana. I rossoblù tornano a tremare al 41′ con un calcio di rigore procurato da Gaiola, ma clamorosamente sbagliato da Gabbianelli.

Non c’è, però, lo scatto d’orgoglio che ci si aspettava: cinque mesi senza vittorie per il Prato vengono interrotti dal match contro L’Aquila, che senza controllo e con troppa voglia di sperimentare continua a non fare ciò che dovrebbe. Punti che in questo momento sarebbero oro, ma che continuando così di certo non arriveranno.

 L’AQUILA CALCIO: Scotti, Chirieletti, Piva, Cosentini, Pesoli (1′ st Bruno), Bensaja, Bulevardi (26′ st Di Mercurio), De Francesco (1′ st Triarico), De Sousa, Mancini, Sandomenico. A disp.: Savelloni, Bigoni, Bruno, Sanni, Ligorio, Di Mercurio, Triarico, Stivaletta, Perna, Mancini A. All. Carlo Perrone.

PRATO: Rossi, Catacchini, Eguelfi, Benucci (32′ st Boni), Ghinassi, Ghidotti, Corvesi, Knudsen, Regolanti (1′ st Ogunseye), Gabbianelli, Capello (28′ st Gaiola). A disp.: Bardini, Formato, Lucarini, Chelini, Cela, Serrotti, Rivas, Malotti, Moncini. All. Roberto Malotti.

ARBITRO: Daniele Viotti (Tivoli).

ASSISTENTI: Daniele Argento (Palermo), Tiziano Notarangelo (Cassino).