IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pista ciclabile Aterno, primi lavori tra L’Aquila e Fossa

La giunta comunale, su proposta deliberativa presentata dall’assessore all’Ambiente Maurizio Capri, ha dato il via libera alla realizzazione della pista polifunzionale dell’Aterno, e alla relativa valorizzazione ambientale, per il tratto compreso tra il Comune dell’Aquila e quello di Fossa.

In particolare, attraverso l’atto licenziato dall’esecutivo, viene approvato lo schema di Disciplinare di Concessione di finanziamento, autorizzando il sindaco alla successiva sottoscrizione del documento. La Regione Abruzzo, nel giugno scorso, aveva infatti comunicato all’ente comunale la concessione di un finanziamento di 1 milione 350mila euro, derivante da fondi Par – Fas, per la realizzazione di un primo stralcio della pista, ai fini del quale è stato successivamente redatto, da parte del Settore Ambiente del Comune, il progetto esecutivo e indetta la gara d’appalto negoziato che ha portato, nel mese scorso, alla convalida della dell’aggiudicazione dei lavori.

“Si tratta di un progetto complessivo di vasta portata, riguardante una vasta area compresa tra Capitignano e la Bassa Valle dell’Aterno, che sta molto a cuore all’Amministrazione comunale e  a cui stiamo lavorando da tempo insieme con la Regione Abruzzo, in particolare con il consigliere Pierpaolo Pietrucci. – ha dichiarato il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente –  Un progetto, dalla grande valenza ambientale e strategica, che intendiamo integrare con la realizzazione di percorsi di penetrazione nel tessuto urbano cittadino, anche in raccordo e in collegamento con la futura metropolitana di superficie San Demetrio – Scoppito”.

“Attraverso questo progetto – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Maurizio Capri – verrà fornito un contributo determinante alla valorizzazione di una zona di grande pregio naturalistico, con importanti ricadute in termini turistici, economici e di qualità della vita. Un’iniziativa molto sostenuta anche dai cittadini che, finalmente, si avvicina alla concreta realizzazione. Il progetto può essere infatti inserito a pieno titolo tra le azioni di valorizzazione del territorio e delle risorse naturali, allo scopo di farne attrattori di domanda turistica e di potenziarne e migliorarne la fruibilità”.