IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

ASL 1: e Tordera sbuca in aula consiliare…

Il condizionale è d’obbligo, visti i precedenti e le smentite delle ultime settimane.
Ma potrebbero mancare davvero poche ore all’ufficializzazione della nomina di Rinaldo Tordera a manager della Asl1. Non è passata inosservata la presenza, in una pausa del consiglio regionale che si sta tenendo a Pescara, dell’attuale presidente dell’ASM: cosa che non era accaduta nelle altre riunioni del consiglio.
La sua presenza potrebbe essere una conferma alle voci che si sono diffuse nelle ultime ore e rilanciate dal forzista Emilio Iampieri riguardo all’ufficializzazione del manager milanese.
Perchè allora questa scelta, soffertissima eppure a quanto sembra presa, non viene ufficializzata? Perché l’ostilità da parte di altri consiglieri regionali, fra i quali i due rappresentanti aquilani Pietrucci e Iampieri, è ancora fortissima. Lo stesso Pierpaolo Pietrucci sta combattendo “con tutte le sue forze”, svela in una pausa dei lavori, per fare in modo che la scelta ricada su “un medico fra gli idonei dell’Abruzzo, meglio ancora se donna”: sulla sua posizione molti sindaci del territorio, nonché medici e rappresentanti della sanità abruzzese. Massimo Cialente, sindaco dell’Aquila e grande ‘sponsor’ di Tordera, nelle ultime ore è silente: avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa proprio sulla sanità insieme alla senatrice Pezzopane. Conferenza stampa che ieri è stata rinviata causa arrivo di Renzi: oggi per “sopraggiunti impegni istituzionali”.

Il nodo del direttore sanitario è altresì lontano dall’essere risolto: il marsicano Occhiuzzi pare essere in pole position, anche perché può puntare, secondo quanto emerso nelle riunioni degli ultimi giorni, sull’appoggio della compagine marsicana in consiglio regionale. Ma che fine farebbe così la rappresentanza dei medici aquilani, esponenti del territorio e soprattutto della sanità del posto?
Ecco il perché dei tentennamenti, sui quali D’Alfonso sta cercando di mediare.