IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Renzi in Abruzzo. FI: ‘Solo passerelle’

Più informazioni su

“Riguardo alla visita odierna di Matteo Renzi in Abruzzo, reputo opportuno che il Premier spieghi che fine farà l’aeroporto d’Abruzzo, qual è il futuro del Porto di Pescara, se ci sono ancora le risorse per il completamento del fondovalle Sangro e se si potrà fare il dragaggio del Porto di Ortona”. E’ quanto scrive in una nota l’on. Fabrizio Di Stefano (FI) “Sarebbe interessante sapere se all’Aquila- dice Di Stefano- oltre ad ammirare i meravigliosi panorami della nostra terra e a visitare i Laboratori nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, ha affrontato anche i problemi, ben più gravosi, legati alla ricostruzione.Ci spieghi ancora se la nostra Sanità sarà in grado di sopravvivere al ciclone d’Alfonso, ai dettati (ospedali ridotti e reparti cancellati) del Decreto Lorenzin e alle discutibili scelte in materia di sanità privata che d’Alfonso continua a prendere. Una cosa è certa: di quello che avevamo ipotizzato qualche tempo fa, ne abbiamo avuto piena conferma: D’Alfonso si ritirò da quello che, su indicazione delle regioni, era il referendum sulle trivellazioni petrolifere a mare, solo per ingraziarsi le simpatie del Premier. La visita odierna- conclude- evidentemente, rientra in una di quelle cortesie strappate da D’Alfonso. Peccato che tutto si consumi sulla pelle degli abruzzesi”.

“E bravo Renzi!- il Consigliere Comunale Roberto Tinari (Forza Italia). Si è fatto una bella passeggiata sul Gran Sasso scortato dai soliti noti e accompagnato dal consueto coro di annunci ad effetto e promesse. Intanto, all’Aquila, i giovani aspettano un lavoro, così come le famiglie che lo hanno perso, in modo da trovare quella dignità e quella serenità cui avrebbero diritto. Dopo l’ennesima passerella si ha l’impressione, tuttavia, che tutto resterà come prima. I ragazzi di questa città non chiedono altro, solo la dignità che viene dal lavoro, unitamente alla possibilità di poter programmare serenamente il loro futuro. Di questo ha bisogno la nostra comunità, dopo la tragedia del terremoto e gli sconvolgimenti che ne sono derivati. Basta con gli annunci di facciata, le passerelle dei politici e le promesse destinate a rimanere tali!”

Più informazioni su