IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il corso sui collaudi degli edifici per strutture più sicure

Una panoramica esaustiva e generale sul collaudo degli edifici con riferimento particolare ai sistemi antisismici: l’Ordine degli Ingegneri della Provincia de L’Aquila prosegue il proprio ciclo di appuntamenti dedicati alla formazione della categoria martedì 23 febbraio con l’incontro “Il collaudo in corso d’opera di edifici di nuova costruzione ed esistenti, protetti da sistemi di isolamento sismico e dissipativi“, organizzato nella stesse sede dell’Ordine, il cui impegno verso lo sviluppo di un’ingegneria capace di misurarsi sempre più con le normali esigenze della quotidianità, continua concretamente: “Questi seminari possiedono un valore indubbio per i nostri professionisti – spiega il Presidente Elio Masciovecchiosia da un punto di vista tecnico in quanto consentono loro di aggiornarsi seguendo standard di elevato profilo, sia perché, mettendo a disposizione informazioni ed esperienze di tale valore, il lavoro degli ingegneri continuerà a rappresentare una notevole garanzia di sicurezza sociale verso  i cittadini“.

L’incontro, che avrà inizio alle ore 15, sarà caratterizzato, dopo l’introduzione del presidente Masciovecchio, dall’intervento di Alessandro Martelli, Presidente Glis e Vice presidente ASSISi, e si concentrerà nell’esemplificazione di tutti i passaggi utili a rendere efficace e produttiva la realizzazione del collaudo in corso d’opera su edifici isolati dal punto di vista sismico.  L’appuntamento prevede la partecipazione gratuita, previa iscrizione on line, dei corsisti e l’assegnazione di quattro crediti formativi, mentre il suo lo svolgimento, proseguendo l’intensificazione della messa in rete delle attività dell’Ordine necessaria a facilitare il coinvolgimento della categoria sul territorio regionale, sarà trasmesso in streaming nelle sedi del liceo classico “Torlonia” di Avezzano e di Sviluppo Italia di Sulmona consentendo la partecipazione di circa 260 ingegneri.

Tra gli elementi del confronto di lunedì verranno illustrati il significato ed il valore di questa operazione, i tempi di affidamento dell’incarico, le diverse tipologie di dispositivi antisismici in uso in Italia e all’estero e le loro caratteristiche, le potenziali criticità delle operazioni, i rapporti tra collaudatori e progettisti, l’importanza di una rigorosa e precisa definizione dello stato di avanzamento dei lavori. Non solo, nella seconda parte della relazione dell’ingegner Martelli, saranno evidenziati anche alcuni esempi di errori riscontrati nei sopralluoghi agli edifici da lui collaudati lungo l’Italia.