IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Mia sorella con la sindrome di Down mi insegna ogni giorno la vita!

Una testimonianza che fa commuovere e riflettere. Fabiana Nardecchia scrive un pensiero alla sorella Federica affetta da sindrome di Down e racconta un mondo non così tanto diverso dal nostro “qualche parola detta con più difficoltà ma tanta, tanta simpatia! Mia sorella mi insegna ogni giorno di più ad affrontare la vita!”

Federica fa parte del team Atleticamenteinsieme dell’Atletica L’Aquila con cui ha condiviso e condivide tante soddisfazioni come quella dei Giochi Nazionali di Bormio.

“Ho una sorella con la sindrome di Down. Da piccola facevo fatica ad accettarlo, non capivo…Poi d’un tratto mi sono accorta che il suo mondo non è poi tanto diverso dal mio, qualche parola detta con più difficoltà ma tanta, tanta simpatia!
Federica é sempre stata solare, non le è mai piaciuto stare da sola, lei vive con gli altri, esce da sola, va a farsi l’aperitivo, va in palestra ed ha molti amici, grandi e piccoli! Lei non fa differenze, basta che stia fra la gente.
All’inizio ho avuto paura per lei ed invece ha dimostrato di essere, lei stessa, il pilastro della famiglia! Noi disperati, lei lì a dimostrarci che si può e si deve andare avanti, con grande spirito di adattamento. Quando ho pensato che la sua vita potesse essere troppo monotona ecco arrivare Special Olympics…
Prima Rieti con le gare di Atletica, ora Bormio con i Nazionali invernali!
Che esperienza, che gioia, che emozione sia per lei sia per me! So che Fede è una tosta, ma non pensavo davvero che potesse gareggiare, arrivare al traguardo con quella grinta, visto che da piccola aveva paura di saltare anche un gradino, e vincere!
Mi sono emozionata tanto a vederla con quelle medaglie al collo e le braccia al cielo!
Ma non solo ciò mi ha dato emozione, anche vederla esultare per i suoi compagni, rimanere lì al traguardo ad aspettare che i suoi amici arrivassero vittoriosi e festeggiare con loro qualunque fosse il risultato. Mi ha fatto capire che Fede è parte integrante di un bellissimo team con atleti e partner davvero Speciali!
Grazie a Special Olympics che contribuisce ogni giorno a regalare un sorriso in più a mia sorella, grazie per farla sentire importante e ancora più autonoma.
Da tempo non ho più timore, tutti lo sanno che ho una sorella con la sindrome di Down che mi insegna ogni giorno di più ad affrontare la vita!”