IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Maltratta la madre e le estorce denaro per comprare la droga: arrestato

Maltrattamenti in famiglia ed estorsione continuata nei confronti della madre e di minaccia aggravata nei confronti del fratello. Con queste accuse la polizia, su disposizione del gip del Tribunale di Sulmona Marco Billi, ha arrestato un giovane del posto condotto presso la casa di reclusione di Sulmona. Disoccupato e con problemi di tossidodipendenza, era diventato un vero problema in famiglia in quanto da anni con vessazioni e violenze continue costringeva la madre a dargli denaro per acquistare droga. A rivolgersi al personale del Commissariato di Polizia e’ stata la madre, esasperata da dieci anni di soprusi e dalle continue richieste di soldi da parte del figlio che negli anni ha contratto dei mutui, per un importo totale di 17.000 euro, che la donna ha dovuto estinguere. Inoltre si e’ appropriato, secondo quanto accertato dagli investigatori, di circa 14.000 euro, derivanti dall’estinzione di una polizza assicurativa che la madre aveva stipulato a suo favore, e ha rubato i gioielli della donna per rivenderli allo scopo di acquistare la droga. Le richieste alla madre erano continue e pressanti, accompagnate da minacce di violenze fisiche, anche nei confronti del fratello. Il ragazzo si recava spesso sul luogo di lavoro della madre per indurla a consegnargli il denaro e la donna, per evitare problemi col datore di lavoro, finiva per cedere alle pressioni del figlio. In diverse occasioni la donna era stata costretta a chiedere l’intervento delle Volanti. Le indagini hanno consentito di confermare quanto dichiarato dalla donna, anche grazie alle testimonianze di parenti, amici e conoscenti. Per la gravita’ dei fatti e il concreto ed evidente pericolo di reiterazione dei reati, anche in considerazione della tossicodipendenza dell’uomo, il pubblico ministero Stefano Iafolla, che ha coordinato le indagini, ha richiesto la custodia cautelare in carcere, misura poi accolta dal gip.