IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Furti in casa di anziani: arrestati in quattro

Sono sempre più i cittadini che denunciano furti nelle loro abitazioni soprattutto per quanto riguarda la zona est della città, fino ai comuni limitrofi. I Carabinieri della Stazione di Paganica nella giornata di ieri sono riusciti a trarre in arresto 4 persone, tre di nazionalità croata ma residenti nell’area di Roma, e un italiano.

Questi i fatti. Alle 13 di ieri giungeva una chiamata al 112 con cui un uomo di Barisciano affermava di aver visto un’auto con quattro persone a bordo allontanarsi a forte velocità dopo essersi fermata vicino l’abitazione di persone anziane. L’uomo forniva modello e targa del veicolo che venivano subito comunicate alle pattuglie in servizio.

Una di queste, della stazione di Paganica, ha intercettato e fermato l’auto a bordo della quale viaggiavano i quattro. A condurre il veicolo vi era N.B., un uomo di nazionalità croata: le altre sono risultate essere delle donne.

Tutti sono quindi stati portati in caserma per ulteriori accertamenti. Intanto, il Comandante della Stazione di Paganica aveva ricevuto la notizia che a casa di due anziani ottantenni di Barisciano erano entrate delle persone che, essendo state scoperte, si erano date alla fuga. Nello specifico, si trattava di tre donne che si erano allontanate a bordo di una vettura avente la targa uguale alla vettura fermata poco prima.

Poco dopo un altro uomo si recava presso la stessa Stazione Carabinieri denunciando che, poco prima, delle donne si erano introdotte nella casa dei propri genitori, quasi centenari, ubicata nella frazione di Tussio del Comune di San Demetrio Ne’ Vestini. Il quadro era ormai completo e i sospetti sulle persone appena fermate cominciavano a tradursi in chiari indizi di colpevolezza circa il reato di tentato furto aggravato in concorso.

In quest’ultimo caso, il provvidenziale intervento della madre del denunciante ha fatto sì che le donne si dessero alla fuga proprio quando l’uomo stava entrando nella casa dei genitori: veniva annotata la targa della macchina che risultava uguale a quella già segnalata in precedenza.

Gli indizi raccolti dagli uomini del Maresciallo Gentile sono dunque diventati chiari, precisi e concordanti in maniera univoca e tale da addebitare i fatti alle 4 persone che erano già in caserma: tutti venivano dunque dichiarai in stato di arresto.

Negli ultimi mesi la Compagnia dei Carabinieri di L’Aquila ha fortemente intensificato i servizi di controllo del territorio, soprattutto nelle ore notturne, per la prevenzione e la repressione degli odiosi furti in abitazione perpetrati soprattutto a danno di persone anziane.