IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Scuola, torna al ‘Da Vinci’ lo sportello d’ascolto

Anche quest’anno, dal mese di dicembre 2015 e’ stato attivato lo Sportello d’Ascolto presso l’Istituto d’istruzione superiore “Da Vinci – Colecchi” dell’Aquila. Il servizio, avviato nel 2012 secondo le direttive del Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito di progetti finalizzati alla prevenzione dei comportamenti a rischio negli adolescenti, ha offerto negli anni e offrira’ uno spazio protetto a studenti, genitori ed insegnanti con l’obiettivo di promuovere il benessere e di prevenire il disagio ed i comportamenti a rischio (dipendenze, bullismo, comportamenti disfunzionali). Nello scorso anno scolastico, presso la sede “Da Vinci” – ricorda la dirigente scolastica Serenella Ottaviano – le attivita’ di counselling sono state arricchite da un programma di educazione alla salute riguardante i danni e le problematiche causate dall’uso di droghe ed alcol. Ogni settimana gli studenti dell’Istituto avranno a disposizione professionisti qualificati e di lunga esperienza. Lo Sportello d’Ascolto e’ un valore aggiunto all’attivita’ di prevenzione promossa da anni dal Servizio per le Tossicodipendenze (Ser.T.) dell’Aquila ASL 1 diretto dalla dr.ssa Daniela Spaziani, e sara’ gestito, anche quest’anno, nella sede dell’IPSIASAR (istituto professionale di Stato industria artigianato e per i servizi alberghieri e della ristorazione) dalla dott.ssa Germana Di Loreto, psicologa-psicoterapeuta della Cooperativa IDeALi – che opera presso il Centro Diurno Terapeutico del Ser.T dell’Aquila -e, nella sede dell’Istituto “O.Colecchi”, dalla dott.ssa Donatella Tomassi, psicologa con provata esperienza di lavoro con adolescenti. L’Istituto d’Istruzione Superiore “Da Vinci Colecchi” e’ al primo posto in prima fascia nella “Graduatoria di complessita’ degli istituti in base ai descrittori del MIUR per gli USR” sono, quindi, indispensabili degli sportelli di consulenza psicologica in quanto la grande complessita’ dell’Istituto (piu’ del 10% di migranti; piu’ del 5% di alunne ed alunni disabili; altissima percentuale di pendolari; due sedi; tre plessi, aule ospitate in un musp senza palestra per la sede del “Da Vinci”) contribuisce al disagio acuito dall’eta’ evolutiva degli utenti.

Dal 2012 al 2015 sono state effettuate piu’ di 400 consulenze e sono stati individuati 28 casi nei quali, a causa dell’intensita’ del disagio, e’ stato favorito l’invio presso strutture specifiche presenti sul territorio, creando cosi’ una rete con i servizi presenti nella provincia dell’Aquila. Il buon esito del progetto, divenuto ormai un punto di riferimento per gli studenti e per la scuola e’ da attribuire alla continuita’ del servizio, alla spiccata sensibilita’ della dirigente scolastica, Serenella Ottaviano, e del vicario della dirigente scolastica I.P.S.I.A.S.A.R., prof. Mario Centi Pizzutilli, nonche’ alla preziosa collaborazione del corpo docente. La possibilita’ di usufruire dello sportello d’ascolto e’ stato riconosciuto come diritto degli studenti e sono stati attenuati, contemporaneamente, eventuali pregiudizi nei confronti del ruolo dello “psicologo” a scuola. L’IIS e la dirigente Ottaviano ritengono indispensabile la promozione del benessere come humus necessario alla creazione di un clima che faciliti l’apprendimento e che soprattutto lo rendano proficuo. Un ringraziamento va, infine, alla ASL1, alla dott.ssa Spaziani e alla Cooperativa IDeALI che – sottoline la dirigente Ottaviano – da anni offrono la loro collaborazione negli interventi di prevenzione. Di qui la necessita’ di convenzioni tra enti di alta professionalita’ in quanto, in considerazione dei risultati ottenuti, e’ auspicabile che continui anche negli anni futuri la fattiva interazione tra gli enti educanti che, attraverso una sinergia di rete, possano rafforzare i percorsi di prevenzione e accompagnare la crescita personale degli studenti, favorendo in loro il raggiungimento di stili di vita sani e liberi da eccessi.