IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

VOCI DAL LIBANO: Reduce di Russia saluta gli alpini via Web. Ercolino Nori ha 94 anni

Ercolino Nori e gli alpini del Battaglione L'aquilaGli alpini abruzzesi del Battaglione Alpini  L’Aquila, attualmente schierati in Libano, hanno celebrato  la memoria delle gesta degli eroi di Selenyj-jar, con un collegamento video con la nuova sede della sezione dell’ ANA Abruzzi ( Associazione Nazionale Alpini ) a L’Aquila.  Le penne nere  abruzzesi del Battaglione alpini L’Aquila durante la battaglia di Selenyj –jar – Russia  nel 1942  scrissero pagine di epico eroismo, tenendo testa alle soverchianti forze Russe in condizioni climatiche estreme e con perdite ingenti. A ricordo della battaglia sul quadrivio di Selenyj-jar, i caschi blu del Battaglione alpini L’Aquila hanno realizzato e condiviso con gli alpini dell’ANA un documentario che racconta le dinamiche della battaglia evidenziando l’astuzia, la tenacia, il sacrificio ed il valore militare degli alpini abruzzesi che in Russia mantennero salda la difesa sul Don permettendo il ripiegamento dell’Armata italiana. Serata Selenyj Jar-066Presenti al collegamento il Generale di Divisione Luciano Portolano  – Comandante di Unifil, il Presidente ANA Sezione Abruzzi, Giovanni Natale,  il Generale di Brigata Franco Federici – Comandante della Brigata Alpina Taurinense e Comandante del contingente italiano in Libano, l’Assessore Maurizio Capri, in rappresentanza del Comune dell’Aquila,  il Col. Antonio Sedia –  Comandante 9° Reggimento Alpini, il Ten.Col. David Colussi – Comandante del Battaglione alpini L’Aquila. Numerosi i momenti significativi del collegamento tra L’Aquila e il Libano. Non solo il ricordo dei nostri avi caduti e le parole di vicinanza e apprezzamento delle istituzioni presenti, ma ad emozionare i numerosi alpini della missione Unifil ha contribuito la testimonianza diretta del reduce Ercolino Nori di Isola del Gran Sasso, un ragazzo abruzzese che quella battaglia l’ha combattuta davvero, e che insieme a pochissimi suoi corregionali è riuscito a tornare sulle montagne abruzzesi. Alcuni componenti della fanfara della Brigata alpina Taurinense presenti in Libano hanno omaggiato la sezione ANA ABRUZZI con musiche della tradizione alpina e popolare abruzzese.

Marco DI LORENZO 

Cpt. ITA Army