IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, l’ospedale apre le porte ai cani

L’ospedale San Salvatore dell’Aquila apre l’ingresso a due cani, Ofelia e Ambra, componenti di una speciale equipe, che incontreranno i bambini ricoverati nel reparto di Pediatria, mercoledì prossimo 30 dicembre 2015, dalle ore 15,30 alle 17,30.
L’iniziativa è la prima, e per ora, ancora unica in Abruzzo. La Legge Regionale n.47 del 2013 , seconda in Italia dopo quella dell’Emilia Romagna, proposta dall’ex Consigliere Regionale Riccardo Chiavaroli e Walter Caporale degli Animalisti Italiani Onlus, permetteva già l’accessibilità degli animali d’affezione nelle strutture di cura, ma fino ad ora nessun ospedale aveva aperto l’ingresso al miglior amico dell’uomo: il cane.
«Dopo essere stati i primi a portare i cani al mare, a Unica Beach, l’unica spiaggia libera ad essi dedicata, nella nostra regione – dichiara Giusy Branella, presidente dell’associazione Unica Beach – adesso riusciamo a varcare le soglie dell’ospedale, e addirittura nel reparto di Pediatria, smontando completamente i vecchi e obsoleti pregiudizi nei confronti degli animali. Davanti al consenso e al parere favorevole della dott.ssa Gentile e del Primario del reparto pediatrico dell’Aquila, il dott. Verrotti, sembrano lontani anni luce le polemiche e le accuse nei confronti di chi va al mare con il proprio cane. L’iniziativa “4 Zampe per Natale”, organizzata appunto da Unica Beach in collaborazione con l’associazione “Il Sorriso”, vede una vera equipe medica esperta in Attività Assistite dagli Animali, e due cani certificati. Finanziata dal ricavato della vendita dei calendari Unica Beach 2016 alla cui realizzazione ha partecipato il Consigliere Regionale Pierpaolo Pietrucci, tutti i giovani che si sono impegnati nella loro promozione, e la gente comune delle due località protagoniste di quest’azione di solidarietà, L’Aquila e Giulianova, partecipi con i propri cani e con l’acquisto del calendario».