IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Parco Nazionale d’Abruzzo, interventi sui sentieri

 Si sono da poco concluse le attività di cura e manutenzione di una parte della rete sentieristica del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, svolte in collaborazione con la società Ecotur di Pescasseroli.Un gruppo di operatori specializzati ha effettuato interventi su più di 80 km di tracciati nei tre versanti del Parco, verificandone le condizioni di accessibilità e percorribilità, aggiornando le schede tecniche di rilievo, segnalando danneggiamenti e atti vandalici, rettificando tratti non originali e cancellando i vecchi segni arancioni.

Complessivamente sono stati ravvivati o concepiti ex novo ben 1700 segni di marcatura (bandierine rosso-bianco-rosso, omini, segni di continuità) per  migliorare la tracciabilità dei seguenti sentieri: P2, Y4, K3, B4, O3, C5, M10, N2, U2, O6, N1 e N6, selezionati dall’Ente in base alle criticità verificate. Questo primo lotto di interventi si affianca al lavoro di manutenzione ordinaria effettuato costantemente dal personale e dai volontari del Parco sui percorsi maggiormente frequentati.

Il Parco dispone di una rete sentieristica composta da 137 sentieri individuati e marcati, per un totale di circa 750 Km di percorsi. Alcuni itinerari sono di breve percorrenza, altri possono essere utilizzati in sequenza per splendidi trekking. Nel corso degli ultimi anni l’Ente ha attuato un vasto progetto di revisione ed aggiornamento della rete sentieristica, finalizzato alla realizzazione della carta turistica. La carta dei sentieri è il risultato dell’elaborazione dei dati rilevati negli anni passati, continuamente revisionati con strumentazione GPS; a breve è prevista l’uscita della quarta edizione che conterrà anche gli aggiornamenti sui sentieri oggetto di questo recente intervento.

Nel corso del 2016 l’Ente intende proseguire le attività di manutenzione su un secondo lotto di sentieri; verranno inoltre coinvolte le Associazioni del territorio in attività volontarie di cura, controllo e verifica delle condizioni di accessibilità e percorribilità dei percorsi assegnati.  Le Associazioni che aderiranno potranno “adottare” uno o più sentieri ed occuparsi, oltre che della loro manutenzione, anche della raccolta di informazioni storiche, naturalistiche e fotografiche e della  promozione e valorizzazione dei percorsi tra gli escursionisti e tra i residenti e i ragazzi delle scuole del territorio. Percorrere a piedi i sentieri della nostra area protetta è la maniera migliore per conoscere le straordinarie bellezze paesaggistiche del Parco, ricche di flora, fauna, storia e ambienti affascinanti: vi aspettiamo numerosi con zaino, binocolo e macchina fotografica per emozionanti esplorazioni nella Natura incontaminata.

X