IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, provincia tranquilla ma con poco lavoro: i dati del Sole 24 Ore

All’Aquila la qualità della vita peggiora rispetto all’anno scorso e, in regione, si sta peggio solo nella provincia di Pescara.
E’ quanto emerge dall’indagine annuale del Sole 24 ore, arrivata quest anno alla sua 26′ edizione, che confronta le performance di vivibilità delle province italiane attraverso un’articolata serie di parametri che tengono in considerazione il tenore di vita, il lavoro, i servizi ambientali e la salute, la popolazione, l’ordine pubblico e il tempo libero.

L’Aquila si piazza al 77′ posto, perdendo ben sette posizioni rispetto al 2014: le province d’Abruzzo in cui si vive meglio sono Teramo e Chieti, 71′ e 74′. La provincia di Pescara, seppure il risultato sia migliore rispetto all’anno scorso, è fanalino di coda e chiude la classifica abruzzese all’80’ posto in classifica.

L’Abruzzo si piazza complessivamento, però, nella parte bassa della graduatoria, insieme alla maggior parte delle regioni del sud: Reggio Calabria è la peggiore, Bolzano la migliore.

A balzare agli occhi alcuni dei dati diffusi nell’indagine: le pensioni si aggirano attorno ai 550 euro al mese, le case costano 1500 euro al metro quadro (contro i 1200 di Teramo).
Male i servizi per le famiglie: ci sono 6 posti negli asili nido ogni 100 bimbi, ma è un dato che caratterizza, purtroppo, tutte le province abruzzesi.
Sulla sicurezza, i furti in casa sono per lo più lo stesso numero di quelli che avvengono a Pescara: ma in provincia dell’Aquila, ci sono meno scippi, rapine e truffe, aspetto che fa balzare la provincia al 36′ posto.
La differenza però la fa il lavoro: l’Aquila si piazza all’84’ posizione a livello nazionale per quanto riguarda gli affari: dato simile a quelli di Barletta, Avellino, Campobasso, Catanzaro. Chieti, ad esempio, è 39′, Teramo 65′, Pescara 69′.
Sul tempo libero, infine, gradevole sorpresa: la provincia si piazza al 46′ posto, meglio di Chieti e Pescara. Solo Teramo la precede di poche posizioni.