IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

‘La fiaba, il mito e le danze’. L’omaggio della Barattelli all’impressionismo francese

La proposta musicale del Circolo Giovani Amici della Musica della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” per questo periodo natalizio punta al mondo del fiabesco, del mito, della danza sacra e profana: temi che sembrerebbero contrastare con il periodo natalizio, ma che in realtà, ben rappresenta il periodo di festività che unisce le tradizioni popolari al rituale del sacro.

Il periodo di riferimento è quello della fine dell’ottocento – primo novecento francese e un gruppo di musicisti che operano nel territorio e collaborano con il Circolo Giovani Amici della Musica, hanno pensato di creare un organico specifico per questo appuntamento che si svolge all’Auditorium del Parco, martedì 22 dicembre con inizio alle ore 21: l’Ensemble Impressionisme.

Con la direzione di Carmine Diodoro, sul palco: Luca Giordano, flauto; Simona Mancinelli, oboe; Mariachiara Di Cosimo, clarinetto; Loreta Rocchi, corno; Annalisa Sebastiani e Federica Aspra, violini; Carlo-Ferdinando de Nardis, viola; Gaia Di Domenico, violoncello; Giovanni D’Eramo, contrabbasso; Claudia Pintaudi, arpa.

In programma musiche di autori come Debussy, Ravel e Fauré, in parte appositamente trascritti per l’ensemble da Simone Blasioli, Christian Fantone e Riccardo la Chioma e Mariachiara Di Cosimo.

Un programma dunque in cui la danza, in senso musicale, è protagonista, vista in particolare come rituale sacro o profano che sia, all’interno della quale si annida il Fauno di Mallarmé.