IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Paganica Rugby schiacciasassi nel derby: Avezzano demolito 48-0 allo Iovenitti

Sette mete marcate, 48 punti a referto, nessuno subito.
Sono le cifre che disegnano con nettezza quello che, per il il Paganica Rugby, è stato un vero e proprio trionfo nel sentito derby con l’Avezzano.
Una vittoria mai in discussione nell’arco degli 80 di gioco e che frutta ai rossoneri cinque importantissimi punti classifica i quali consentono a Fabio Rotellini e compagni di tornare in piena corsa per la salvezza anticipata quando mancano sole due giornate alla chiusura della Pool.

paganica rugby

foto Marcello Spimpolo

Dopo la canonica fase di studio il Paganica muove il punteggio al dodicesimo grazie ad un piazzato mandato a segno dall’estremo Stefano Rotellini.
I rossoneri appaiono completamente trasformati rispetto alla trasferta di Roma, giocano a memoria, con concretezza e, al 24′, marcano la prima meta della giornata: ovale portato a terra da touche e trasmesso velocemente verso l’interno campo, possente percussione centrale di Fabio Rotellini che crea scompiglio nella linea difensiva marsicana poi, sul ritorno del placcatore, scarica da terra per il sostegno dei compagni che, approfittando dell’avanzamento, continuano in velocità la costruzione dell’azione che viene finalizzata alla bandierina da Giordani.

paganica rugby

foto Marcello Spimpolo
Da posizione defilata, Stefano Rotellini non centra i pali ma il Paganica si porta comunque oltre il break sull’8-0.
Il primo tempo non offre ulteriori spunti di cronaca.
Nella ripresa ci si aspetterebbe la reazione dell’Avezzano ed invece è il Paganica che schiaccia gli Orsi nei 22 difensivi, prende con decisione il controllo delle operazioni e dilaga nel punteggio.
Minuto 8, mischia sui 5 metri con introduzione Avezzano, il pacchetto rossonero si muove con timing perfetto, forza il turnover dell’ovale subito raccolto in uscita dalla terza centro Giordani che affonda in meta.
Stefano Rotellini centra i pali con il calcio di trasformazione e issa il Paganica sul 15-0.
L’Avezzano accusa il colpo e il Paganica, con grande cinismo sportivo, ne approfitta ancora al quarto d’ora: calcetto illuminante dell’apertura Ottavio Modica, Matteo Andreucci bravissimo a leggerne la traiettoria batte in velocità il diretto avversario, raccoglie l’ovale al volo e si invola in meta schiacciando alla bandierina.
Stefano Rotellini è sfortunato dalla piazzola con il suo calcio che, pur ben indirizzato, si infrange sul palo.
Il Paganica non abbassa il ritmo e, a metà tempo, marca per la quarta volta assicurandosi così il punto di bonus offensivo: in uscita da mischia chiusa Peppe Modica apre per il fratello Ottavio, incrocio su Anitori che trova i giusti appoggi sulla corsa, salta come birilli i placcatori marsicani e chiude il suo assolo depositando al centro dei pali.
Da posizione centrale, facile la trasformazione per Stefano Rotellini e Paganica che vola sul 27-0.
I rossoneri non sono sazi, continuano a tenere alta la pressione e segnano ancora al 25′.
Ficcante azione alla mano a colpire il lato scoperto della difesa marsicana, l’ovale passa da Ottavio Modica a Colaiuda il quale rifinisce per Andreucci che mette così a segno la sua seconda meta della giornata.
Chirurgica la trasformazione di Stefano Rotellini e parziale portato sul 34-0.
Partita in ghiaccio, ma gli uomini di coach Sergio Rotellini continuano a macinare gioco e punti: Avezzano in difficoltà sulla copertura difensiva dei settori esterni, il Paganica che non dà scampo e, sviluppando ancora una bella manovra corale, colpisce con Stefano Rotellini.
Lo stesso estremo di casa si incarica della trasformazione, ovale al centro dell’acca marsicana e punteggio sul 41-0.
I minuti di recupero, con il pubblico in visibilio per la prestazione monstre offerta dal Paganica, regalano anche la settima marcatura pesante rossonera: touche portata a terra, si forma la maul avanzante, Avezzano costretto ad arretrare fin dentro l’area dove l’ovale è schiacciato dal pilone Pezzopane.
46-0 con Stefano Rotellini che, proprio sul fischio conclusivo del direttore di gara, mette dentro la quinta trasformazione della sua giornata fissando lo score finale sul 48-0 Paganica.
Per il XV di coach Sergio Rotellini, il miglior viatico per iniziare la settimana che porterà all’ultima partita del 2015, la difficilissima trasferta. sul campo della capolista Civitavecchia Centumcellae.
Ma il Paganica visto oggi, ha le carte in regola per compiere l’impresa.

X