IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Perrone si prepara al Prato

di Claudia Giannone

Arriva il turno del Prato tra le mura del “Fattori”: ancora alcuni errori da limare per L’Aquila. Il tecnico Perrone: “Sandomenico? Mai più come seconda punta. Mancini unico riferimento in mediana”.

L’Aquila torna con la testa nel capoluogo abruzzese e dopo la trasferta di Macerata torna tra le mura del “Fattori”: il Prato, per il mister Carlo Perrone, non sarà una squadra più semplice o più complessa da affrontare rispetto alle altre, ma come sempre ci sarà bisogno di valutare tutte quelle che sono le caratteristiche della compagine. E le valutazioni non saranno da fare soltanto sugli avversari, ma anche sull’Aquila stessa.

“Le squadre di questo girone sono tutte difficili da affrontare: ogni squadra ha qualcosa con cui mettere in difficoltà. Noi dobbiamo sempre giocarcela al massimo. L’Aquila sta bene, la settimana è stata produttiva: dobbiamo cercare di essere aggressivi e di limitare i loro pregi”.

“Questa squadra – ha aggiunto – può crescere ancora tanto, purtroppo sbagliamo ancora: dobbiamo concedere di meno in fase difensiva e sfruttare di più la mole di gioco. In queste partite, siamo stati bravi a fare punti: era ciò che ci serviva, ma dobbiamo limare alcuni errori”.

Riguardo allo schieramento aquilano, come sempre il tecnico non si sbilancia: solo alcune indicazioni riguardo ai singoli e alla condizioni di questo momento.

“Attualmente stiamo facendo bene con le due punte: devo ovviamente tenere in considerazione quelli che saranno i prossimi impegni della squadra, non tutti possono giocare sempre. Devo valutare in base a quelli che sono stati gli allenamenti, bisogna ricordare che con il Siena giocheremo di venerdì, dopo soli cinque giorni da Prato. Si tratta di due partite accoppiate che mi porteranno a fare delle valutazioni”.

“Sandomenico – ha spiegato – è sempre un uomo di fascia: quando l’ho provato come seconda punta, è quello che ha fatto più errori in quella posizione. Non sarà mai più in quel ruolo, preferisco Ceccarelli. Ma se giocheremo con il centrocampo a quattro, lui sarà senza dubbio il quinto. In mediana, l’unico riferimento è Mancini: gli altri sono a disposizione, dipenderà da partita a partita”.

Infine, una breve analisi sul Prato, che domani alle ore 14 sarà ospite del “Fattori”: una squadra che da tempo ormai L’Aquila conosce ed affronta.

“Il Prato ha un giocatore molto importante, Capello, ma in termini numerici non ci sono grandi attaccanti di esperienza: è una squadra molto pratica, che dà pochi punti di riferimento. Si scambiano molto, alcune volte mettono in campo il trequartista con due punte più avanzate”.