IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Avezzano Rugby ha smarrito la strada per arrivare alla vittoria

Con la sconfitta maturata contro l’Unione Rugby Capitolina, i marsicani salgono a quattro debacle consecutive di cui tre fra le mura amiche.

L’incontro contro i romani non si presentava proibitivo ed i gialloneri spingevano subito sull’accelleratore infilando due punizioni con Roberto Lanciotti e controllando in scioltezza l’incontro. Le tante palle conquistate venivano però vanificate con banalissimi errori e non si arrivava a raggiungere quel gap che avrebbe dato un altro senso al match e sul finire del primo tempo arrivava la beffa: ennesimo errore dei padroni di casa e facile meta laziale per il momentaneo 6 a 7.

Strigliata nell’intervallo ma la musica non cambiava e nonostante un netto predominio nelle fonti di gioco, mischie e touche,  non si arrivava a segnare. I romani pian piano si riorganizzavano ed allungavano realizzando due punizioni e parziale di 6 a 13. Calava il gelo sugli spalti con i tifosi increduli di assistere ad una partita dominata ma con uno score in passivo. Arrivava il moto di orgoglio marsicano e dopo innumerevoli tentativi il pilone Alessandro Cacchione riusciva a schiacciare in meta, facile trasformazione e parità raggiunta. A questo punto mancavano circa cinque minuti al fischio finale e tutto poteva ancora verificarsi ma ancora due errori avezzanesi, ripartenza sbagliata e placcaggio fallito, portavano i capitolini a realizzare la seconda segnatura in mezzo ai pali, trasformazione effettuata e punteggio di 13 a 20. I ragazzi avezzanesi non si perdevano d’animo e si spingevano ancora in avanti per un assedio finale che contava almeno quattro punizioni a soli cinque metri dalla linea di meta ma la fretta e l’imprecisione non consentivano di raggiungere il pareggio.

Unica nota stonata del match la scelta da parte dei romani di effettuare le mischie no contest a partire dalla metà del secondo tempo facendo recitare teatralmente i propri giocatori che avrebbero dovuto ricoprire il ruolo di prima linea. Non rientra nello spirito del nostro gioco e francamente è una tristezza vedere giocatori uscire dal campo simulando degli infortuni.

La classifica alla fine del girone di andata è cortissima ed escludendo il Civitavecchia le altre quattro formazioni sono raccolte in soli tre punti. Ricordiamo che le prime tre squadre di questa pool disputeranno la fase promozione che significa automatica permanenza in serie B.

Formazione Avezzano:

15) Lanciotti Roberto, 14) De Micco, 13) Angelozzi Giovanni, 12) Marsicano, 11) Bernetti, 10) Volpe,  9) Angelozzi Pierpaolo, 8 ) Marcanio, 7) Babbo, 6) Lanciotti Simone, 5) Cofini, 4)Mancini, 3) Cacchione, 2) Burca, 1) Rosati.

A disp: Cicchinelli, Pelino, Pujia, Vallucci, Recchia, Talamo, Venturini.