IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Expo: «L’Abruzzo è diventato mondo» foto

«Una regione che è diventata ‘mondo’ in 180 giorni: abbiamo vinto la partita, generando un vero e proprio ‘caso Abruzzo’. Una partita, quella della promozione della nostra regione, che, fatta in modo nuovo, diventa una delle priorità di questo Governo regionale». Così il sottosegretario alla presidenza della Giunta, Camillo D’Alessandro, consigliere delegato per Expo, traccia un bilancio della presenza abruzzese all’esposizione universale.

Il punto della situazione è stato fatto nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte, tra gli altri, il presidente di Abruzzo Sviluppo Manuel De Monte e i docenti universitari Raffaella Morselli e Susanna Ferrini. Presenti anche i delegati delle Camere di Commercio, i rappresentanti delle università, dei Poli d’innovazione, dei Gal e delle associazioni di categoria.

Nel corso dell’incontro sono stati ricordati i tanti eventi promossi a Casa Abruzzo, all’interno di Expo e nelle diverse location di Milano. «Da oggi – ha detto D’Alessandro – possiamo essere un po’ più orgogliosi perché questa regione, prima confusa con altre e condannata ad essere solo un luogo di passaggio, è ora al vertice delle attenzioni nazionali e non solo. Si trattava di decidere se volevamo fare finta di andare lì o se giocarci la partita. Noi abbiamo scelto di scendere in campo e di far scendere in campo tutta la regione. C’è stato uno sforzo incredibile, con un grande lavoro di volontariato».

«Ora – ha proseguito – il modello che ci vede tutti insieme deve continuare. In Abruzzo registriamo un aumento percentuale delle presenze turistiche superiore alle altre regioni, con più due milioni in estate. Adesso ci attende il Giubileo e dobbiamo giocare bene la partita perché si tratta di un altro importante evento internazionale». «L’obiettivo – ha concluso D’Alessandro – è quello di sviluppare percorsi da Roma verso l’Abruzzo».