IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Cialente ritira le deleghe a De Santis

Scoppia una nuova crisi di maggioranza al Comune dell’Aquila e il sindaco, Massimo Cialente, caccia dalla sua Giunta l’assessore Lelio De Santis, segretario regionale dell’Italia dei Valori, che ieri, in un incontro con la stampa, aveva accusato l’amministrazione di eccessiva lentezza, invitando a un rilancio in vista dell’ultimo anno e mezzo di mandato.

De Santis è titolare di deleghe pesanti come il Bilancio e la gestione dei 4.449 alloggi antisismici del progetto C.a.s.e.. L’Idv è gruppo importante del Consiglio con due consiglieri, il capogruppo Giuliano Di Nicola e Adriano Durante, che si è aggiunto lo scorso luglio dopo l’elezione con i Cattolici democratici nel 2012.

«Alla luce della conferenza stampa tenuta ieri dall’Italia dei valori, che fa seguito ad altre esternazioni dell’ex assessore De Santis – scrive Cialente in una nota e sulla sua bacheca Facebook – ritengo venuto meno il rapporto di fiducia, lealtà e comprensione sua e dell’Idv, nei confronti della mia persona, degli altri assessori e dei dirigenti che con abnegazione prestano il loro servizio, fra le mille difficoltà, legate anche ai ritardi nell’approvazione dei bilanci registrati in questi anni, che attanagliano la nostra azione amministrativa, caratterizzata da un’intollerabile carenza di personale, acuita dalla complessa vicenda del rinnovo del contratto dei precari».

Cialente ritiene che «sia arrivato il momento di andare a un approfondito, serio, ponderato, ma definitivo chiarimento della maggioranza di centrosinistra che governa questa fase bestiale della vita di questa comunità».

«Di fronte alla disperazione della povertà che tocco con mano ogni giorno, a una crisi economica che conoscemmo forse solo ai tempi della dominazione spagnola, a fronte delle difficoltà che abbiamo ancora per la ricostruzione, non solo materiale, ma soprattutto sociale ed economica – sottolinea il Primo cittadino – farei offesa alla mia coscienza, alla mia storia e alla mia visione e concezione della vita politica ed amministrativa se dovessi sorvolare e fare finta di niente».

Quanto agli equilibri futuri del Consiglio, Cialente sfida gli ex dipietristi a portare la crisi in aula: «Se due consiglieri dell’Italia dei Valori, Adriano Durante e Giuliano Di Nicola, dovessero decidere di far mancare il loro sostegno all’amministrazione comunale, potranno farlo serenamente dinanzi a tutti i cittadini».

L’Idv alle ultime amministrative aveva corso contro Cialente, con il candidato sindaco Angelo Mancini che, dopo aver rifiutato l’apparentamento nel ballottaggio, una volta entrato in Consiglio, dopo un ricorso amministrativo, ha fondato un proprio gruppo “doppione”, svincolandosi dalla maggioranza.