IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lo psicologo e scrittore aquilano Alfredo Vernacotola ricordato a Firenze

Il 31 ottobre scorso, presso l’auditorium dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze di via Folco Portinari, nel pieno centro storico di Firenze, si è svolta l’annuale premiazione del concorso letterario internazionale “Lilly Brogi – La Pergola Arte”, giunto alla settima edizione. A fare gli onori della città di Firenze, il presidente del Consiglio comunale Caterina Biti e il presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani.

Nella sezione speciale “Poesia e Religione”, il premio è stato riservato allo psicologo, saggista e poeta aquilano Alfredo Vernacotola, scomparso a fine luglio di quest’anno, all’età di 37 anni. L’amore per la scrittura lo aveva portato a pubblicare diversi testi. Il talento del giovane psicologo è “esploso” con la poesia e, in occasione del premio letterario internazionale Lilly Brogi- La Pergola Arte di Firenze 2014, si era classificato primo ex aequo nella sezione “Raccolte Poetiche”.

Il premio per la settima edizione è stato ritirato dalla sorella Alessandra, che ha fortemente ringraziato l’organizzatrice dell’importante appuntamento culturale, Lilly Brogi, evidenziando come il concorso letterario sia stato fin dall’inizio, per suo fratello, propositivo e propulsivo, particolare non poco importante per un giovane disabile, quale era appunto Vernacotola.

Nella motivazione del Premio si legge: “‘Dallo Scorpione alla Vita’, tra attualità, mito e storia primordiale. Questo libro mostra la parte letteraria migliore dell’autore Alfredo Vernacotola. Libro da leggere per la dottrina magistralis e la grande eloquenza descrittiva dell’autore“.