IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila: rubano vestiti e tentano fuga, arrestati tre 20enni

Furto ai danni del negozio di abbigliamento H&M del centro commerciale L’Aquilone, nella zona ovest del capoluogo abruzzese. Tre ragazzi hanno rubato abiti per un valore di circa 600 euro, ma i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia dell’Aquila li hanno bloccati e arrestati.

I tre ragazzi, poco più che ventenni,  provenienti dalla Marsica ma nati in Marocco, sono stati fermati nella serata di ieri.

I militari, che si trovavano nei pressi del centro commerciale per svolgere un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione di reati predatori, avuta notizia del furto si sono subito diretti lungo la via di fuga dei tre giovani, indicata ai carabinieri dall’esercente derubato.

I tre, che con il favore dell’oscurità si erano nascosti all’interno del parcheggio della vicina sede di “Confindustria”, quando hanno visto arrivare l’equipaggio radiomobile, hanno tentato la fuga, disfacendosi della refurtiva. Grazie all’agilità e alla velocità dei militari due dei tre sono stati raggiunti e, vedendosi sopraffatti, non hanno opposto resistenza. Il terzo, riconosciuto in un secondo momento mentre cercava di nascondersi fra le auto parcheggiate davanti al centro commerciale, è stato fermato in un secondo momento da altri carabinieri giunti in supporto della prima squadra e condotto presso la caserma di via del Beato Cesidio.

Una volta ricostruita la vicenda e formalizzata la denuncia da parte del commerciante derubato i tre sono stati dichiarati in stato di arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza, come disposto dall’autorità giudiziaria.

La refurtiva, del valore di circa 600 euro, al momento del recupero era già stata liberata dagli arrestati del dispositivo antitaccheggio.

I carabinieri nelle ultime settimane hanno intensificato i servizi finalizzati a reprimere i reati predatori, di cui sono vittime molti negozi, soprattutto della grande distribuzione.

Circa due settimane fa il nucleo operativo e radiomobile, comandato dal tenente Maximiliano Papale, in collaborazione con la stazione carabinieri dell’Aquila ha denunciato in stato di libertà tre ragazzi romeni, due dei quali donne e una minorenne, perché ritenuti responsabili di furti perpetrati a Carsoli, Silvi Marina, Lanciano e L’Aquila. Al momento del controllo gli stessi sono stati trovati in possesso di una borsa “schermata”, utilizzata per eludere i dispositivi antitaccheggio dei negozi. Fondamentale, per la repressione di questo genere di reati, è la proficua collaborazione dei commercianti con le forze di polizia.