IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Un gol per l’integrazione

«Il calcio a volte regala la possibilità di raccontare belle storie; soprattutto quelle che, attraverso il gioco, descrivono i sogni e la vita delle persone.

La storia che abbiamo il piacere di raccontare è quella di due giovani ragazzi: Sylvester e Samuel, entrambi nigeriani, entrambi richiedenti asilo politico e arrivati un anno fa in Italia con uno dei tanti barconi della speranza alla ricerca di un futuro migliore, in fuga da guerra e povertà.

In fondo è una storia come tante, una di quelle che riempiono le prime pagine dei giornali, che dividono l’opinione pubblica creando paura e scetticismo: ma che per alcuni costituiscono invece fonte di ispirazione alla ricerca della tanto sperata integrazione.

Sylvester e Samuel sono arrivati senza nulla: pochi abiti, nessun soldo, molte speranze. La prima: giocare a calcio.

Perché quello che tutti noi abbiamo subito compreso, e quello che ognuno capisce guardandoli negli occhi, è che il gioco del calcio è per loro più di un gioco: è una possibilità di riscatto, una possibilità di affermare la propria identità attraverso un linguaggio universale che non usa parole. Il calcio per loro è la vita stessa.

Tutto ciò è stato lampante nel momento in cui i ragazzi hanno iniziato ad allenarsi con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Arischia Calcio, società militante nel campionato di Terza Categoria della provincia dell’Aquila e da sempre attenta ed impegnata in attività dall’alto valore sociale.

Sylvester e Samuel sono arrivati quasi per caso, ma da subito sono stati accolti all’interno della squadra, in particolare dai giocatori stessi. È a loro che rivolgiamo il nostro più sentito ringraziamento, per il calore e la passione con cui li hanno aiutati a sentirsi parte del gruppo; lo scambio culturale ed umano avvenuto in questo periodo è qualcosa che difficilmente può essere descritto a parole.

Tuttavia mancava ancora qualcosa: il desiderio più grande era quello di dare la possibilità a questi ragazzi di poter esprimere le loro doti ed il loro entusiasmo anche attraverso le partite ufficiali di campionato. Finalmente, dopo una lunga attesa e grazie al massimo impegno di tutti gli attori coinvolti, possiamo finalmente annunciare il tesseramento ufficiale di Sylvester Omoregie e Samuel Napoleon, che diventano quindi a tutti gli effetti giocatori dell’Arischia Calcio.

Un risultato sorprendente che rende onore agli sforzi di tutti, ma che garantisce soprattutto ai ragazzi una strada verso una più completa integrazione tra i loro nuovi concittadini ed il loro Paese d’adozione.

Per tutto questo l’ASD Arischia Calcio non può che ringraziare in primis la Federazione Italiana Giuoco Calcio, che ha accolto la richiesta di tesseramento e si è impegnata celermente nell’espletamento di tutte le pratiche, la Lega Nazionale Dilettanti della provincia dell’Aquila, i centri di accoglienza che ospitano i ragazzi e tutti coloro che li hanno aiutati in questi complessi mesi, oltre a tutto lo staff della società e allo sponsor DiGimastri Costruzioni, che anche quest’anno ha creduto nel progetto rendendo di fatto possibile il tesseramento dei ragazzi.

Sylvester e Samuel fanno oggi il loro ingresso nel calcio vero: a loro va il nostro migliore in bocca al lupo per una brillante carriera».

 

Il Presidente dell’ ASD Arischia Calcio

Domenico Capanna

 

Il Presidente Onorario dell’ ASD Arischia Calcio

Giuseppe Valente

 

X