IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Touch Rugby: Vecchie Fiamme Old Rugby L’Aquila Campioni d’Italia foto

Le Vecchie Fiamme Old Rugby dell’Aquila campioni d’Italia alle finali del campionato italiano di Touch Rugby.

Le fasi finali di rugby a tocco, giunte alla sesta edizione, sono state organizzate dalla Lega italiana Touch Rugby (Litr) sabato scorso nella casa del Ruggers Tarvisium, a Treviso, sotto il patrocinio della Federazione italiana rugby. Si tratta di una conferma per la squadra aquilana, che già aveva vinto la Coppa Italia Touch Rugby IRB.

In terra veneta si sono sfidate le squadre che hanno guadagnato la qualificazione nelle rispettive zone di appartenenza: Vecchie Fiamme Old Rugby L’Aquila (Stefano Falcone, Filippo Petrocco, Fabrizio Tiboni,Emanuele Frezza, Emanuele De Michele, Riccardo Raparelli, Amedeo Tirabassi, Stefano Rossi, Gianni Di Norcia, Roberto Franchi, Fabrizio Palmerini), Beerbans, Flyer Conegliano, Movimento Forense Roma, Neanderthal Rugby Paese, Vecio Monte e Vespa Verde Rugby.

Le compagini si sono sfidate in un girone all’italiana, con partite da 10 minuti ciascuna. Finali molto equilibrate, che hanno messo in risalto il diverso modo di approcciarsi al movimento. La formazione aquilana parte subito bene, vincendo il primo incontro 2-1 contro i Vecio Monte con mete di Tirabassi (che a fine torneo risulterà il metaman della squadra con 4 segnature) e Palmerini. Il secondo e il terzo incontro si sono conclusi con due pareggi, rispettivamente contro i Neanderthal (2-2 con entrambe le mete di Franchi) e 0-0 con i Flyer. Gli aquilani tornano poi alla vittoria con il risultato di 2-0 (Tirabassi e Raparelli per gli aquilani) contro il Movimento Forense.
Nel quinto incontro vinto 3-0 contro le Vespe, grazie alle 2 segnature di Palmerini e a quella di De Michele, la compagine aquilana ha disputato la migliore partita del torneo, frutto di un gioco veloce e dinamico, senza errori in difesa, grazie non solo alla grande concentrazione che ha accompagnato gli abruzzesi durante tutte le fasi finali, ma anche al lavoro che sta svolgendo il mister Mario Di Giovanni durante agli allenamenti.

L’ultimo incontro, che ha sancito la vittoria finale, si è svolto contro i Beerbans: risultato finale di 5-0 (due di Tirabassi e Raparelli, una di Falcone).
A conclusione di questa giornata di sport, dopo le premiazioni alle prime tre classificate (oltre alle Vecchie Fiamme, premiate anche Vecio Monte e Flyer, rispettivamente seconda e terza), via al consueto terzo tempo nella casa dei Ruggers Tarvisium, compagine che nel rugby a 15 milita nel campionato nazionale di Serie A.

La finale è stata l’ultima che è stata giocata con le regole attuali, dal prossimo anno infatti ci saranno grandi cambiamenti sia nel regolamento di gioco che nella che nominazione per adeguarlo al nome scelto dalla World Rugby. Si passerà da Touch Rugby IRB a Touch Rugby – World Rugby abbreviato in Touch World Rugby.