IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Maltempo Marsica, in 100 nei punti di raccolta. Scuole chiuse e disagi

L’Abruzzo conta i danni il giorno dopo l’alluvione che ha colpito la Marsica e che ha registrato due morti nell’Aquilano: una donna di 51 anni travolta dal crollo del muro di contenimento della sua casa a Civitella Roveto e un 67enne di Tagliacozzo. Il 67enne, trovato senza vita nella cantina allagata della sua abitazione nel centro del borgo, è morto per infarto cardiocircolatorio. La causa del decesso è stata accertata dal medico legale, che ha effettuato la ricognizione cadaverica. Nella serata di ieri si era diffusa la notizia che l’uomo fosse deceduto per una scarica elettrica favorita dall’ambiente saturo di umidità, ma in realtà l’uomo, cardiopatico, per lo sforzo compiuto nel tentativo di arginare la penetrazione dell’acqua nella sua abitazione ha perso la vita. La salma è stata già messa a disposizione dei familiari per le esequie.

I DANNI – Oltre cento le situazioni di emergenza che hanno visto l’ intervento dei Vigili del fuoco, soprattutto nella Valle Roveto. Qui, nella notte, sono state evacuate abitazioni allagate dallo straripamento del Liri e si registrano case rimaste isolate e senza energia elettrica. In particolare sono stati trasportati al sicuro anziani, disabili e bambini. Solo dopo l’intervento dei tecnici dell’Enel, che, con l’ausilio di gruppi elettrogeni, hanno ripristinato l’erogazione di energia elettrica, diversi cittadini sono stati ricondotti nelle proprie abitazioni.

Nella massiccia opera di soccorso sono stati impegnati anche gli agenti del Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri, Polizia, Protezione Civile e Vigili del Fuoco provenienti da altre città. In campo anche i volontari di Protezione civile aquilani: la Gran Sasso Soccorso è stata chiamata per togliere acqua con l’idrovora a Celano, mentre altre associazioni sono state impegnate a Morino, Canistro, Civitella Roveto e Avezzano.

Rimane critica la situazione in Valle Roveto, mentre è leggermente migliorata nella zona del Fucino.  Il sindaco di Civitella Roveto ha dichiarato per oggi il lutto cittadino per la scomparsa di Adonia Sabatini.

Nel Comune di Canistro le condizioni restano delicate: un centinaio di persone hanno passato la notte presso i punti raccolta. Nello stesso Comune il fiume Liri ha rotto gli argini in più punti, tutto il pese è rimasto senza illuminazione e i negozi sono rimasti allagati. Gli anziani sono stati ospitati da amici e parenti e l’acqua non è potabile. A rendere difficili gli interventi dei vigili del fuoco la presenza di diverse frane, una delle quali lungo il tratto stradale che conduce ad una clinica privata.

Questa mattina scuole chiuse a Civita d’Antino, Luco, Carsoli, Pereto, Morino, Canistro, Civitella Roveto. A San Benedetto niente asilo. Lezioni invece regolari ad Avezzano.

Intanto da ieri le squadre di vigili del fuoco, arrivate da tutto l’Abruzzo per dare manforte, sono impegnate senza sosta nelle operazioni di ripristino stradale e messa in sicurezza di abitanti e case.

X