IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Le patate del Fucino nel menù di McDonald’s

C’è anche un abruzzese tra i venti giovani agricoltori tra i 20 e i 40 anni selezionati da McDonald’s Italia per il progetto ‘Fattore Futuro’ e destinati a diventare fornitori italiani della multinazionale per tre anni. Si tratta di Claudio Scipioni, di Avezzano (L’Aquila), che traghetterà nel mondo dei fast food le patate del Fucino.

La notizia è stata svelata a Milano, tra i padiglioni dell’Expo, in occasione di un’iniziativa con gli amministratori delegati di McDonald’s Italia Roberto Masi e di Expo Piero Galli e con l’intervento in video conferenza del ministro Maurizio Martina. L’iniziativa, infatti, gode del patrocinio del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

Sono state oltre 130 le candidature raccolte nell’arco di sei mesi da agricoltori e allevatori operanti all’interno di sette diverse filiere: carne bovina, carne avicola, grano, insalata, patata, frutta, latte. Per i 20 selezionati una collaborazione che permetterà lo sviluppo di progetti in grado di far crescere l’azienda.

Claudio Scipioni, che è anche presidente dei Giovani agricoltori di Confagricoltura L’Aquila, ha 33 anni. Dopo la laurea ha instaurato una stretta collaborazione con l’Università dell’Aquila, con i laboratori del Crab (Consorzio di Ricerche Applicate alla Biotecnologia) e con il Consorzio di Ricerca It.Qsa (Innovazione Tecnologica, Qualità e Sicurezza degli Alimenti) per sviluppare progetti con lo scopo di migliorare la qualità alimentare del prodotto e contrastare la perdita di biodiversità e di suolo. La sua azienda agricola sta sperimentando una particolare coltivazione di patate con sementi speciali che non solo arricchiscono il terreno, ma permettono anche la coltivazione senza concime. Questo giovane imprenditore sta anche ristrutturando un capannone per la conservazione delle patate, dotato di coibentazione delle superfici, di un sistema di ventilazione in grado di evitare sbalzi termici e di un impianto fotovoltaico sul tettoche alimenta lampade a led a bassissimo consumo.