IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

#Uniticontroilcancro, volume II: si torna in TV contro il tumore

Un tuffo nella prevenzione del tumore: le telecamere di LaQTv tornano nella Marsica ed entrano in piscina. Presso il Centro Federale di Avezzano, il giorno 3 ottobre scorso, esperti medici ed esperti del campo sociale – quali le associazioni di volontariato ‘Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori’, Provincia di L’Aquila e ‘Croce Rossa Italiana – Comitato locale di Avezzano’, recentemente strette in un patto di gemellaggio – hanno dato luogo ad un altro appuntamento con la salute. La lotta contro i tumori continua la sua corsa contro il tempo.

Il medico chirurgo e senologo Antonio Addari, attuale presidente provinciale Lilt, l’urologo Massimo Calabrese, noto esperto di andrologia, la ginecologa Vissia Mattioli e il presidente dell’Avezzano Nuoto, squadra da anni attiva in città, hanno detto sì alla diramazione della prevenzione sul territorio, promuovendo il secondo convegno di #Uniticontroilcancro. Presente nel gruppo degli ‘esperti della salute’, anche il presidente Cri locale, l’ingegner Francesco Luigi Rossi.

Quella che si è svolta nella piscina comunale di Avezzano è stata la tappa numero due del tour marsicano della prevenzione, voluto fortemente dalle due associazioni gemellate e finalizzato alla diffusione dell’informazione sulle più distruttive neoplasie di oggi (cancro al seno, tumore del testicolo e della prostata, cancro al collo dell’utero). Riflettori accesi, inoltre, anche sulla Campagna del Nastro Rosa, valida per il mese di ottobre: le mamme dei piccoli nuotatori dell’Avezzano Nuoto hanno ricevuto, in sede di convegno, degli inviti validi per una visita senologica gratuita da effettuare presso gli ambulatori provinciali Lilt.

In Tv, dunque, stasera, verso le ore 21 e 10 circa, torna di ‘moda’ la salute e la sua cura preventiva. «L’unica arma che abbiamo per difenderci – spiega Addari – molto spesso è la sola prevenzione. Svegliarsi prima della malattia, a volte, è tutto». La Tv, quindi, diventa un mezzo di trasmissione in più per dire no alla malattia: #Uniticontroilcancro lascia già la sua scia.