IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio: altri tre punti persi con la Spal

L’Aquila Calcio perde tre punti e li affida alla Spal, ma a vincere, oggi, sono stati i cambi effettuati nel corso dell’incontro: prestazioni vincenti di Beghetto e Finotto, ma sul versante aquilano si sono visti dei miglioramenti. Un 2-1 che sta stretto alla compagine aquilana, che nel secondo tempo è riuscita a tenere il pallino del gioco lasciandosi sopraffare da una Spal più esperta. Ritrovato Sandomenico, decisamente non al top nelle scorse giornate, risultato importante oggi non solo per il goal, ma per una prestazione in generale positiva.

Novità in difesa: panchina sia per Sanni che per Anderson, schierati in campo Di Mercurio, Maccarrone, Piva e Bigoni. Ancora Bensaja non inserito tra gli undici titolari, centrocampo affidato a Manuel Mancini, Stivaletta e De Francesco. Out Ceccarelli, Perrone si è dovuto affidare al tridente offensivo composto da capitan De Sousa, Sandomenico e Triarico. Per gli ospiti, pesa la panchina per Finotto, che solo nel corso del secondo tempo inizia il proprio riscaldamento per entrare in campo e, come previsto, decide il match.

Primi venticinque minuti di studio da parte delle due squadre: metà del primo tempo praticamente priva di azioni, se non per una rete di Cottafava al 14′ annullata per fuorigioco. Solo al 30′, arriva il preludio al goal: una punizione importante di Castagnetti fa tremare la barriera aquilana, ma termina sul fondo senza deviazione.

Giusto tre minuti dopo, lo stesso Castagnetti tenta da fuori ma non trova la rete: con molta fortuna, a recuperare è Celletti che solo davanti a Zandrini tira a botta sicura e trova la porta senza problemi. Questa l’unica azione degna di nota nella prima frazione di gioco, su entrambi i fronti: un’azione fatale che fa tornare le squadre negli spogliatoi, senza nulla da aggiungere.

Ma a soli due minuti dall’inizio della ripresa, è L’Aquila a farsi sentire: doccia fredda per la Spal, che vede la propria porta violata da Sandomenico ed il vantaggio conquistato nel primo tempo totalmente annullato dall’attaccante rossoblù. E gli aquilani sembrano svegliarsi.

Ci prova ancora Sandomenico al 20′ minuto, con un tiro insidioso che Branduani riesce a bloccare in due tempi. Reazione della Spal qualche minuto più tardi con il neo entrato Beghetto, che recupera una palla di Cellini: Lazzari si appresta ad arrivare, ma Manuel Mancini si oppone e lo anticipa prima di vedere ancora una volta un risultato sfavorevole.

Risultato che, però, ancora una volta riesce a sopraffare L’Aquila: al 33′, Zigoni crossa in modo ottimale e a ricevere è un Finotto che fino a pochi giorni fa aveva trovato dei problemi a livello fisico. La carta giocata dal tecnico della Spal, dunque, ancora una volta premia la compagine di casa: il giocatore, entrato da pochi minuti, riesce ancora una volta a decidere l’incontro.

Nient’altro da annotare, se non il doppio giallo ricevuto da De Francesco che, ormai, non migliora una situazione e non ne peggiora un’altra: quinta vittoria consecutiva per la Spal, ancora prima a punteggio pieno, terza sconfitta consecutiva per L’Aquila che per lo meno, in questa occasione, ha visto una minima reazione. Ora, inizieranno i preparativi per la sfida contro il Savona.

SPAL: Branduani, Silvestri, Gasparetto, Cottafava, Castagnetti, Mora (20′ st Beghetto), Lazzari, De Vitis, Zigoni, Di Quinzio (27′ st Finotto), Cellini.

L’AQUILA CALCIO: Zandrini, Di Mercurio (30′ st Sanni) Maccarrone, Bigoni, Piva, M. Mancini, De Francesco, Stivaletta (21′ st A. Mancini), Triarico (40′ st Bensaja), De Sousa, Sandomenico.

ARBITRO: Vesprini (Macerata).

MARCATORI: 33′ pt Celletti, 2′ st Sandomenico, 33′ st Finotto.

ESPULSI: De Francesco per doppia ammonizione.