IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Educazione al rischio sismico, ad Avezzano progetto ‘Tutti giù per terra’

Nella palestra della scuola elementare “Mazzini” di Avezzano è stato inaugurato il percorso attivo di educazione al rischio sismico “[i]Tutti giù per terra[/i]”, riservato agli alunni delle scuole elementari e medie della città.

Il progetto – ideato e realizzato dall’Ordine dei Geologi, dall’Ingv e dal Comune-Istituzione del Centenario del terremoto della Marsica – rientra nell’ampio panorama legato alla prevenzione e alla sicurezza delle strutture pubbliche e private sul rischio sismico rivolto ai cittadini, al volontariato, ai professionisti, al mondo della scuola.

Nella palestra della “Mazzini” è stato allestito un tappeto vibrante che simula il terremoto e che serve da laboratorio di ricerca e di studio per bambini ed insegnanti. Il laboratorio resterà aperto sino al 26 settembre e consentirà in questi giorni la presenza di quattro classi a turno delle scuole elementari e medie del territorio, che parteciperanno alla esercitazione simulata di prevenzione e di soccorso.

Alla cerimonia di inaugurazioni erano presenti il sindaco Giovanni Di Pangrazio, la dirigente scolastica Fabiana Jacovitti, il presidente dell’Ordine dei Geologi abruzzesi Nicola Tullo e Adriana Cavaglià, coordinatrice della Commissione Protezione civile dello stesso Ordine. Per l’Istituzione del Centenario del Terremoto della Marsica il consigliere Rocco Di Micco; il presidente dell’Anpas regionale Serafino Montaldi e Sergio Bianchi dell’Associazione vittime studenti universitari del sisma aquilano.

Il sindaco Giovanni Di Pangrazio si è rivolto ai bambini della scuola “Mazzini” facendo loro capire quanto sia importante seguire le regole di comportamento e di prevenzione in caso di terremoto. «Voi sarete un giorno la classe dirigente del nostro Paese – ha dichiarato il sindaco – per questo dovete fin d’ora sapere cosa significa vivere in sicurezza, salvaguardare il patrimonio scolastico, ma anche quello privato per difendersi dalle calamità quasi sempre imprevedibili. Mi congratulo con i dirigenti scolastici e i docenti per il lavoro che stanno svolgendo nel campo dell’educazione e della prevenzione al rischio sismico».

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X