IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La Luna si mette in mostra, al via il MoonWatch Party

Più informazioni su

E’ la Notte della Luna. Nuvole permettendo, mai come questa notte si potranno ammirare monti e crateri che costellano il nostro satellite, così come i suoi ‘mari’.

La Luna si trova, infatti, in una delle condizioni più favorevoli per essere osservata nei dettagli con un telescopio ma anche con un semplice binocolo e per celebrare nel modo migliore il MoonWatch Party, l’iniziativa internazionale lanciata dalla Nasa nel 2010 con il suo Lunar Science Institute e in collaborazione con Lunar Planetary Institute e Lunar Reconnaissance Orbiter.

«La Notte Internazionale dell’osservazione della Luna è diventata ormai un appuntamento classico, con cui si celebrano e diffondono le conoscenze scientifiche e culturali raggiunte finora», ha detto Gianluca Masi, responsabile scientifico del Virtual Telescope.

Sono oltre 500 gli appuntamenti nel mondo, con centinaia di telescopi puntati verso la Luna, e sono numerose le serate di osservazione organizzate anche in Italia, con Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e Unione Astrofili Italiani (Uai).

«Abbiamo decine di adesioni in tutta Italia, da Nord a Sud», ha detto Paolo Volpini della Uai. Sono almeno 50 gli appuntamenti previsti da Bolzano a Lamezia Terme.

«La data viene decisa a livello internazionale – ha spiegato Volpini – e normalmente cade nel fine settimana per consentire di osservare la Luna fino a tardi». In questo periodo, inoltre, la Luna è vicina al primo quarto: una condizione particolarmente favorevole per osservarne i dettagli. Al terminatore, ossia lungo la linea che separa la zona illuminata da quella buia, la luce del Sole è radente. «Per questo – prosegue Volpini – le ombre appaiono più lunghe, come quelle delle montagne, e i bordi dei crateri sono più netti: le osservazioni in queste condizioni sono decisamente più spettacolari».

Sarà possibile ammirare la Luna anche grazie al Web, con l’osservazione organizzata dal Virtual Telescope e che sarà trasmessa in diretta streaming dalle 20.30 anche sul canale Scienza e Tecnica dell’Ansa.

Sarà un ‘aperitivo’ dello spettacolo straordinario che la Luna ha riservato per la fine del mese: nella notte fra il 27 e il 28 settembre il suo disco apparirà più grande per la minore distanza rispetto alla Terra e si tingerà di rosso a causa di un’eclissi.

Più informazioni su