IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Grande Fratello, la Marsica punta sui gemelli

di Gioia Chiostri

Una grinta che vale doppio. Nelle sorti del #GF15, il duplice battito cardiaco di una coppia di gemelli purosangue col cipiglio del marsicano pronto a tutto. «Del celanese abbiamo la forza d’animo e il DNA della battaglia. Abbiamo condiviso tutto, dalla nascita, alle scuole, al sogno caleidoscopico per il mondo dello spettacolo. Quest’anno, abbiamo deciso di abbracciare i nostri desideri e di puntare ad entrare nella Casa del Grande Fratello, poi chi lo sa: le vie dei Reality sono infinite». Un sogno fermentato in due anime simbiotiche, assomiglia ad un pensiero insperato riflettuto per due volte e, quindi, per ben due volte ipotizzato possibile. Rischia di divenire, quest’ultimo, la colonna sonora di un’alba che verrà. Così è accaduto ad una coppia di gemelli made in Marsica, quali Alberto e Salvatore Ranalletta, classe 1996: due ‘piccoli principi’ con la volpe della televisione accanto.

Doppio sguardo da eterni adolescenti innamorati del sapore bello della vita disegnato negli occhi, entrambi appassionati dello [i]star system[/i], i due gemelli hanno preso parte alle preselezioni aquilane per il Grande Fratello, avvenute il 13 settembre nei locali del ‘Globo Center’ del capoluogo. Tra più di 200 persone in coda smaniose di accendere la miccia del nuovo sogno americano, quello del GF15, il colpo di coda, per l’appunto, lo hanno avuto loro: identici in tutto e per tutto, carismatici al punto giusto e grandi astrofisici della scatola nera della TV. «I nostri programmi preferiti? ‘Grande Fratello’, ‘Uomini e Donne’, ‘Tu si que vales’ e ‘Avanti un altro’». Il mondo Mediaset nelle loro tasche, praticamente.

«Noi abbiamo sempre nutrito il desiderio di entrare a far parte del mondo fascinoso della TV: questa tendenza dell’animo ci deriva, sicuramente, dalla passione che traspare da professionisti del microfono quali Maria De Filippi, Paolo Bonolis, Gerry Scotti o Barbara D’Urso: i vicini di casa famosi degli italiani. Un’anima, la loro, che dimostra ogni giorno all’utente seduto sul sofà che, se nel sangue scorre il brio del sacrificio votato alla salute dei propri sogni, tutto è possibile. Amiamo la TV: sia il palco per gli esibizionisti sia il dietro le quinte per approntarlo. La Casa del Grande Fratello? Un’ambizione inseguita da sempre. Quest’anno, ci siamo detti, guardandoci l’un l’altro negli occhi, perché non provare? Perché non azzannare la vita quotidiana vestendola di possibilità?». Il responso si saprà fra pochi giorni, una settimana al massimo. Il 21 settembre, di fatti, lo sguardo magnetico dell’occhio metallico del GF tornerà a scrutare un minimondo da esperimento sociale. Le audizioni aquilane sono state curate dall’agenzia di spettacolo nativa di San Benedetto dei Marsi, la ‘Colangelo Eventi’ di Settimio Colangelo.

{{*ExtraImg_253948_ArtImgRight_300x302_}}I due gemellini, è il caso di dirlo, hanno rapito, in un battito di ciglia, l’umore del pubblico del Centro Commerciale ‘Globo Center’. Ora, grazie anche ad una breve intervista rilasciata a Confinelife.it, stanno scalando, ‘mi piace’ dopo ‘mi piace’, la vetta della classifica dei link più condivisi di Facebook. 500 pollici in su per i due gemelli ‘diversi’ di Celano.

«Nella vita quotidiana, siamo ingestibili», ridono i due. Tutta Celano tifa per gli angioletti dall’occhio vispo di un sognatore perenne: loro, gli unici gemelli in prova per il GF14, raccontano così la loro avventura: «Al provino – spiegano all’unisono – ci hanno visionato in coppia; anche se, forse, non riusciremo alla fine ad entrare nella famosa Casa dalla tappezzeria rosso cardinale, potremmo comunque ben dire di averci messo la forza e la faccia. Pensiamo di essere piaciuti agli organizzatori della trasmissione tv: siamo stati noi stessi, in ogni virgola e in ogni punto esclamativo detto o gesticolato. La nostra carta vincente? Innanzitutto il fatto di vivere in doppio: un fratello gemello è come una sorta di paladino della giustizia che difende, in simbiosi, le aspirazioni personali. Una specie di spalla lucida e sempre presente che non si stanca mai di sorreggere il mondo cosmico dell’altro. In secondo luogo, la nostra ‘celanesità’: il sangue tipico della Marsica più autentica». Ragionieri da circa un anno, diplomati presso l’Istituto Tecnico Commerciale di Celano, oggi sono in fila per lo show.

Realizzare i sogni più intimi, connessi alla fame di celebrità, sembra essere la molla odierna in grado di far scattare il fatidico salto nel buio dei provini TV. «Nella Casa, porteremo la grinta immortale della Marsica, la sua sete di vittoria contro tutto e contro tutti. Per noi, vale già molto comunque l’aver preso parte alla selezione ufficiale, poiché si è avuto modo di presentare la nostra solarità tipica devastante e il nostro sorriso sempre acceso sulle labbra».

{{*ExtraImg_253949_ArtImgRight_300x300_}}Prima di oggi, i due gemelli hanno già annusato l’aria funambolica di un talk show, partecipando, in veste di pubblico, a programmi quali ‘Avanti un altro’. «Per non parlare di ‘Uomini e Donne’ o ‘Tu si que vales’, dove siamo stati scelti in qualità di giuria popolare». Una coppia genuina, insomma, che ama lasciarsi intrecciare dalle dinamiche dell’irrealtà scaturita dal reale. Il mondo parallelo che vive nel grande schermo, fra le luci stroboscopiche, i copioni da imparare a menadito e gli applausi fragorosi di un’ampia platea che dà retta ai luccichii del palcoscenico, è un amo allettante. «Noi siamo come un uragano, una vera forza della natura». Cosa significa avere di fianco un gemello che sogna le stesse mete da arpionare? «Un sogno, punto. Noi condividiamo tutto, tranne le fidanzate, forse. – scherzano i due – Lo studio TV, in ogni suo aspetto, ci attira e ci rapisce come una delicata sirena incantatrice. Che sia in qualità di concorrenti o di staff del dietro le quinte, la TV dovrà prima o poi conoscere il nostro nome ed entrare a far parte della nostra vita. Nelle vene, ci scorre la fame tipica delle star».

Oggi cosa occorre per sfondare nel mondo multicolor della TV? «Onestà, simpatia e sicuramente la testardaggine tipica dell’atto del non mollare mai, anche se, è d’obbligo non spiccare mai il volo mentale prima del tempo: cercare di mantenere i piedi ben saldi a terra, questo il segreto di chi si ciba dello show. La TV alletta ma illude al contempo».

Un tocco di marsicanità nella Casa più adocchiata d’Italia? Fra mille occhi rivolti al cielo, potrebbero essere proprio i loro, quelli di due gemelli affatto banali, i prossimi a guardare gli italiani dal vetro sagomato di uno schermo TV. L’eccesso di realtà fa sempre più spettacolo: a nessuno si nega, però, il diritto di camminare a volto duro, un metro da terra, col biglietto del sogno realizzato stretto in mano.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X