IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport: campi sportivi aquilani in affidamento

La giunta comunale, su proposta deliberativa dell’assessore allo Sport Emanuela Iorio, ha approvato uno schema di convenzione per l’affidamento in gestione dei campi sportivi comunali di Monticchio e San Gregorio, del campo di calcio di Pianola e del campo di rugby di Paganica.

«Il Comune – recita in premessa il testo deliberativo – non può provvedere alla gestione diretta degli impianti sportivi, a causa della onerosità dei costi e della carenza di personale da potervi dedicare. L’Amministrazione intende, contestualmente, garantire un più ampio accesso ai cittadini interessati a svolgere attività sportive e motorie, compatibili con le caratteristiche e la tipologia degli impianti, migliorandone le condizioni di utilizzo. Occorre pertanto – si legge ancora nel testo – procedere all’affidamento in concessione di alcuni campi sportivi, in quanto risultano attualmente scadute le convenzioni a suo tempo stipulate per la gestione. Successivamente, allo scadere delle convenzioni ancora in essere, si procederà in tal senso anche per gli altri impianti comunali. Si è pertanto ritenuto di dover predisporre un apposito schema di convenzione, da allegare alle manifestazioni di interesse che verranno predisposte dal settore Ricostruzione pubblica e Patrimonio».

Sulla base dello schema di convenzione approvato dall’esecutivo gli immobili e le strutture sono affidati in gestione nello stato di fatto di diritto in cui si trovano e ogni modifica, che il concessionario ritenga essenziale per lo svolgimento dell’attività, deve essere preventivamente autorizzata dall’Amministrazione comunale e realizzata secondo la normativa di riferimento e con spese a carico del concessionario stesso. Tutte le opere eventualmente realizzate da quest’ultimo restano, al termine del periodo di concessione, di proprietà del Comune. La gestione degli impianti ha fini esclusivamente sportivi, sociali e ricreativi.

Il concessionario è tenuto al pagamento di un canone, soggetto ad aggiornamento annuale, a far fronte alle spese di manutenzione ordinaria e a privilegiare le attività sportive organizzate nel territorio comunale e, in particolare, nella frazione in cui è collocato l’impianto. Sono inoltre a suo carico tutte le spese riferite alle utenze.

X