IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila faro dell’Ingegneria elettrica

Il dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e di Economia (Diiie) dell’Università dell’Aquila ha stipulato un accordo con cinque aziende nazionali – Tecnomatic Group, Edison S.p.A., Umbra Cuscinetti, QuickFairs e Tesar – per finanziare sei borse di studio, dell’ammontare complessivo di 72 mila euro, destinate a studenti immatricolati al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica dell’Università degli Studi dell’Aquila.

Ogni studente vincitore percepirà per due anni una borsa mensile di 500 euro, per un totale complessivo di 12 mila euro. Le borse saranno assegnate a seguito di una graduatoria stilata sulla base del voto conseguito nella laurea triennale; a conclusione del primo anno, le borse saranno confermate sulla base del numero di esami sostenuti e del voto medio ottenuto.

Gli accordi con le aziende che hanno contribuito al finanziamento delle sei borse di studio sono stati ufficializzati nell’ambito di una conferenza stampa alla presenza della rettrice Paola Inverardi; del professor Francesco Parasiliti Collazzo, direttore del Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione e di Economia; del dottor Giuseppe Ranalli, presidente di Tecnomatic Group; dell’ingegnere Sergio Zannella, coordinatore Network Scientifico di Edison; dell’ingegnere Moreno D’Andrea, Direzione Tecnica Ricerca e Sviluppo Umbra Cuscinetti; del dottor Sebastian Kuester, Amministratore di QuickFairs e dell’ingegner Cesare Ferradini, vice presidente di Tesar.

«In Italia questo accordo è un evento straordinario – precisa Parasiliti Collazzo – Non è comune che aziende private finanzino gli studi universitari di studenti meritevoli. A L’Aquila questo avviene grazie alla fiducia e alla credibilità che i docenti e i ricercatori di Ingegneria Elettrica hanno guadagnato sul ‘campo’, collaborando con queste aziende in progetti di ricerca e innovazione. È stata apprezzata non solo la qualità della ricerca, ma anche la qualità della formazione del nostro Corso di Laurea magistrale. Le aziende ci richiedono un numero di laureati sempre maggiore, contando anche sulla qualità della loro formazione tecnica. È nata così l’idea di creare una sorta di ‘[i]Club degli Amici di Ingegneria Elettrica dell’Aquila[/i]’ con l’obiettivo di sviluppare azioni volte ad incentivare le immatricolazioni di giovani meritevoli al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica. Ad oggi, questo Club – continua il docente – è composto da cinque prestigiose aziende nazionali che hanno firmato questo primo accordo».

X