IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Expo: ‘Rivelazioni’ abruzzesi a Milano

Artigianato e artisti artigiani abruzzesi, tra nuove tecnologie e appeal innovativo per catturare i mercati esteri, protagonisti a Milano, per Expo, prima all’interno dello storico Palazzo delle Stelline e poi negli spazi di Casa Abruzzo, a Brera, con l’iniziativa ‘Rivelazioni’ che, promossa dal Polo di innovazione Art Italia, ha l’obiettivo di far sì che l’artigianato artistico dell’Abruzzo ‘riveli’ la sua nuova anima tecnologica.

Gli appuntamenti prenderanno il via giovedì 3 settembre e andranno avanti fino all’11 settembre, tra mostre, conferenze, dibattiti ed esposizioni, nell’ambito di un innovativo percorso di ‘rivelazioni’. L’evento è organizzato da Art Italia con il contributo scientifico dell’Università di Teramo e in collaborazione con il magazine di arte, cultura ed impresa MU6.

{{*ExtraImg_252611_ArtImgRight_281x500_}}Attraverso i manufatti artistici sarà possibile scoprire quanto gli artigiani stiano mutando la traiettoria progettuale del loro mestiere attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, ponendosi come mediatori tra la tradizione e le attuali applicazioni offerte dal digitale.

L’evento è stato presentato in Regione, a Pescara, dal sottosegretario alla presidenza della Giunta con delega a Expo Camillo D’Alessandro, da Raffaella Morselli, docente di Storia dell’Arte Moderna dell’Università di Teramo e coordinatrice della attività del Polo a Expo, dal direttore di Art Italia Ilaria Valentini e da Massimiliano Scuderi, architetto e curatore d’arte contemporanea.

Tra le novità, verrà stampata in diretta con modalità 3D la ‘presentosa’, gioiello tipico della tradizione abruzzese, in materiali innovativi e colorati.

Nel corso delle iniziative sarà presentato anche il numero speciale della prestigiosa rivista MU6, curata dagli stessi Morselli e Scuderi, sull’arte, l’artigianato e il design in Abruzzo. «L’Abruzzo – ha detto D’Alessandro – potrà essere ammirato da tutto il mondo. Palazzo delle Stelline è il tempio del design italiano e poter raccontare in questo luogo la nostra storia attraverso la tradizione dell’artigianato abruzzese, rappresenta un grande prestigio per il nostro territorio. Siamo andati a Expo con l’ambizione di meravigliare il mondo. Il lavoro che stiamo facendo è far conoscere l’Abruzzo». Gli esponenti del Polo hanno sottolineato «il ruolo strategico che la formazione, la ricerca e il trasferimento tecnologico possono svolgere in favore dei sistemi produttivi locali e in particolare dell’artigianato artistico».